Inter, Dimarco, Nazionale. L'Italia agli Europei in Germania sicuramente non sta brillando: il gol del pareggio al 98esimo minuto segnato da Zaccagni contro la Croazia, ha permesso alla Nazionale allenata dal ct Luciano Spalletti di conquistare gli ottavi di finale, che giocherà contro la Svizzera. Sono tanti i giocatori che non hanno brillato in queste prime tre uscite, con l'Italia che ha sempre giocato sotto ritmo e senza esprimere una grande qualità nel gioco, tralasciando il primo tempo con l'Albania. Proprio nel match inaugurale, Dimarco è stato protagonista di un clamoroso errore che ha regalato il gol alla selezione albanese, e da quel momento non è mai riuscito a fornire buone prestazioni. L'esterno dell'Inter è sotto tono, e ci sono varie motivazioni per questo momento "no".

Dimarco, impalpabile con la Nazionale

Sono veramente pochi i giocatori da salvare in queste prime tre partite giocate dall'Italia: il migliore è senz'ombra di dubbio Gigio Donnarumma, ma si sono ben disimpegnati anche Calafiori, Bastoni (nonostante la disattenzione con la Croazia) e Barella. Il resto ha lasciato veramente a desiderare, e tra i più criticati c'è Federico Dimarco. Secondo Il Corriere della Sera, uno dei motivi della scarse prestazioni dell'esterno dell'Inter è dovuto alla precaria condizione psico-fisica. Infatti, l'Europeo è iniziato con l'errore contro l'Albania che può aver minato sicuramente qualche sua certezza. Con la Spagna è naufragato come tutti i suoi compagni, sebbene abbia difeso meglio rispetto al pari ruolo Di Lorenzo. Con la Croazia, Dimarco ha stretto i denti e si è visto che non è era in buone condizioni, tant'è che uscito al 57esimo per dar spazio a Chiesa. Se dovesse essere in buone condizioni, sarà ancora Dimarco a giocare sulla fascia sinistra, ma le alternative per Spalletti sicuramente non mancano in quel ruolo.
Per Lautaro continua il momento magico, tra club e nazionale
Arriva il Milan Under 23: ammesso alla prossima Serie C