Dedic Inter. Il futuro di Denzel Dumfries è ancora incerto e per questo dopo l'Europeo sicuramente si dovrà arrivare a una decisione definitiva: rinnovo o cessione. Per questo motivo , l'Inter non si può far trovare impreparata e sta lavorando a delle alternative sulla fascia destra, dove serve un giocatore di gamba capace di svolgere bene entrambe le fasi, fondamentali per il gioco e l'idea di calcio di Inzaghi. Oltre al nome di Holm dello Spezia si è aggiunto alla lista di Ausilio anche Amar Dedic, esterno destro bosniaco del Salisburgo. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il classe 2002 è seguito dall'Inter dopo aver disputato una buona stagione in Austria, collezionando 31 presenze stagionali e mettendo a segno 5 gol e 5 assist. Dopo una inizio di carriera dove veniva impiegato in attacco, è stato arretrato ed ora agisce sulla fascia ma, all'occorrenza può anche essere usato da centrale di difesa. La sua duttilità potrebbe essere un fattore determinante nella scelta finale, vedendo l'importanza di altri giocatori versatili come Carlos Augusto e Darmian nello scacchiere di Simone Inzaghi. Il contratto di Dedic scade nel 2027 e, forte di questo, il Salisburgo chiede 20 milioni per il suo cartellino. Su di lui potrebbe andare anche il Napoli qualora Di Lorenzo dovesse lasciare la squadra di Conte. Nonostante la lista dei possibili sostituti in continuo aggiornamento, negli ultimi giorni sembra crescere l'ottimismo sul rinnovo del terzino olandese, che avrebbe rivisto le sue richieste iniziali e ha espresso la volontà di rimanere in nerazzurro. 
Francia, cambia il centravanti: il 9 di Deschamps sarà Thuram
Vanheusden torna nuovamente all'Inter: lo Standard Liegi non può permettersi il riscatto