Lukaku, Belgio ed Euro 2024. Ancora protagonista con la sua Nazionale, in negativo, Romelu Lukaku continua a non incidere. Nell'esordio del suo Belgio ad Euro 2024, contro la Slovacchia del ct Calzona, la selezione allenata da Domenico Tedesco ha perso 1-0, e la strada verso la qualificazione agli ottavi è in salita. Risultato un pò bugiardo visto che la squadra belga, molto più intrapendente ed incisiva degli avversari, è stata parecchio sfortunata. Due i gol annullati, messi a segno dallo stesso attaccante ex Inter, oltre alle innumerevoli occasioni fallite.

Lukaku, continua il momento no

La partita di ieri è stata quasi un déjà vu per i belgi: nel Mondiale in Qatar, all'ultima giornata dei gironi, decisiva per il passaggio agli ottavi, Romelu Lukaku riuscì nell'impresa di sprecare ben 4 occasioni nitide, costringendo le Furie Rosse ad uscire già dalla prima fase di quel Mondiale. Il match contro la Slovacchia è stato simile, sebbene l'attaccante abbia fatto un pò meglio. Lukaku, protagonista di alcune occasioni mancate in maniera clamorosa, era riuscito anche a segnare due volte, ma in entrambi i casi le reti messe a segno sono state annullate dopo un consulto al Var: il primo per fuorigioco dello stesso attaccante, il secondo per tocco di mano di Openda. La prestazione di Lukaku rimane sicuramente negativa, e testimonia una tendenza preoccupante per lui, che nelle ultime uscite europee, quando l'importanza del match sale inesorabilmente, il numero 9 ha sempre fatto male. I tifosi dell'Inter ricorderanno il suo apporto in negativo dato nelle due finali europee perse dai nerazzurri (quella di Europa Leauge e quella di Champions League), come se Lukaku non riuscisse a reggere la pressione in partite così determinanti. Inoltre, il suo futuro è quanto mai in bilico: ha ancora un contratto con il Chelsea fino al 2026, ma sicuramente non resterà con i Blues. Ad oggi l'ipotesi più probabile sembra essere il Napoli, dove in panchina è appena arrivato l'allenatore con cui Lukaku ha dato il meglio di sè in carriera, ovvero Antonio Conte. Il tecnico salentino che ha un debole per il centravanti belga, vuole puntare su di lui nel caso in cui Osimhen dovesse essere ceduto.
Zanetti: "Oaktree garantisce continuità. Siamo al lavoro per una stagione da protagonisti"
Qual è la più bella esultanza del 2023-24? I tifosi chiamati a votarla