Correa e Arnautovic complicano mercato: il punto. Le dichiarazioni del direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio sono state molto chiare. Al momento l'unico vero bisogno dell'Inter è un braccetto di sinistra, dettato dall'assenza prolungata di Tajon Buchanan, infortunatosi durante la Copa America con il suo Canada. In linea di massima la formazione tipo di Simone Inzaghi è già sistemata: l'arrivo di innesti come Mehdi TaremiPiotr Zielinski vanno a modellare il centrocampo privo di Stefano SensiDavy Klaassen e un attacco orfano di Alexis Sanchez. Naturalmente le occasioni non possono essere colte. Anche qui l'Inter è riuscita ad essere precisa e trasparente sin da subito, affermando che qualora ci fosse un'opportunità irripetibile durante questa finestra di mercato, quest'ultima verrebbe colta. Un'opportunità che probabilmente riguarda l'inserimento di un nuovo centrale difensivo e l'aggiunta di un ulteriore attaccante in grado di rifiatare i titolarissimi Lautaro MartinezMarcus Thuram. Una strategia ottima, se non fosse che due degli elementi più deludenti delle ultime due stagioni stanno bloccando il mercato nerazzurro.

Arnautovic vuole l'Inter, Correa punto di domanda

Sebbene non abbia fatto faville durante quest'ultima stagione, Marko Arnautovic ha desiderio di rimanere ancora un altro anno all'Inter. Il suo ritorno è stato molto positivo per lui, poiché dopo tanti anni è riuscito ad inserirsi in un contesto di grande squadra dove non è mai riuscito ad impegnarsi. Di certo quest'anno avrà affrontato la sua esperienza interista con una testa diversa, ma i risultati non sono migliorati tanto. A tal proposito l'Inter non spinge per la cessione dell'austriaco, ma in caso di un'interessamento forte di qualche società europea la sua partenza non è escludibile. L'ex Bologna, però, vuole ritagliarsi il proprio spazio all'Inter e per questo ha rifiutato le offerte di Besiktas e Galatasaray, oltre che all'idea Fiorentina. Il suo cartellino non è fortemente voluto, vista l'ultima stagione - Europeo compreso -, e questi continui rifiuti complicano non poco l'idea di mercato nerazzurra. Discorso diverso per il centravanti argentino, il quale sembra essersi spostato verso una destinazione intercontinentale. Il River Plate ci pensa davvero, ma l'idea di averlo gratis non stuzzica di certo i nerazzurri. Joaquin Correa non rientra nei piani del progetto di Inzaghi da molto tempo ormai, ma per potersi liberare di un giocatore pagato all'incirca 30 milioni di euro. L'idea di risolvere il contratto e di svincolarlo definitivamente non è da ignorare, ma sarebbe più consono ricevere un indennizzo economico per la cessione del giocatore. La speranza è che la trattativa si sblocchi presto, ma in ogni caso l'idea in casa Inter è chiara: Correa non sarà un giocatore dell'Inter per la prossima stagione.
Situazione San Siro, il sindaco Sala: "Inter e Milan decidano. Venderlo ai club? Si può fare"
Il nuovo corso di Oaktree: attenzione ai giovani e creazione di valore