samuele longo inter milan futuro
samuele longo inter milan futuro

Chi conosce il mondo del calcio, sa quante giovani promesse vengono presentate ogni stagione. Alcuni di questi baby-talenti riescono ad emergere, chi trovando posto anche in squadre non di primissimo livello, chi invece esplode come una vera e propria stella.

Ma alcuni dei ragazzi che escono dai settori giovanili non riescono a sfondare, passando dall'essere delle promesse ad essere dei flop - causa anche dei troppi movimenti di calciomercato. La carriera di Samuele Longo è, in quest'ultimo caso, un esempio.

Una promessa delle giovanili dell'Inter che, però, in nerazzurro non ha mai trovato spazio, finendo in tutt'altre squadre. Ora, la lunga odissea di Longo, ritroverà Milano ma dalla sponda rossonera.

La carriera di Samuele Longo

Attaccante classe 1992, l'Inter lo prelevò dal Treviso all'età di 17 anni. Iniziò la sua avventura nella Primavera nerazzurra che lasciò presagire grandi cose per la carriera di Samuele Longo: qui, infatti, vinse un campionato Primavera (di cui è stato miglior marcatore e miglior giocatore) e il primo torneo della NextGen Series nella stagione 2011-12.

Aggregato della formazione di Andrea Stramaccioni che vinse la NextGen, Longo ottiene l'esordio in Serie A con la maglia nerazzurra proprio grazie al tecnico romano che era subentrato a Claudio Ranieri sulla panchina della prima squadra.

Ma la riconferma all'Inter va guadagnata. Così si spinge a dei prestiti per far crescere il giovane attaccante: tra la stagione 2012-13 e la 2015-16, Longo passa da cinque prestiti (Espanyol, Verona, Rayo Vallencano, Cagliari, Frosinone). Poi l'ennesimo prestito lo porta al Girona nella stagione 2016-17: qui riesce a mettere a segno 14 gol in 37 presenze, contribuendo in maniera significativa alla promozione in Liga del club spagnolo.

Nonostante la prima doppia cifra della sua carriera, a 25 anni, Longo rientra all'Inter per poi essere rispedito - sempre in prestito - in Spagna, stavolta al Tenerife. Riesce a raggiungere quota 12 gol, fermato da qualche infortunio. Ma l'odissea dei prestiti continua: passa dall'Huesca, dalla Cremonese, dal Deportivo La Coruna e dal Venezia (con cui siglerà quattro gol).

Addio definitivo all'Inter nel 2020 dopo 9 anni

Infine, abbandonerà l'Inter - dopo nove anni - a titolo definitivo nel 2020, passando al Vicenza. Nel 2022 viene dato in prestito al Modena, per poi abbandonare l'Italia e andare in Olanda, a vestire la maglia del Dordrecht (36 presenze e 12 gol). Seguono poi le esperienze al Lamia, in Grecia, e alla Ponferradina (terza serie spagnola).

Dopo questa lunga odissea, all'età di 32 anni, con anni da promessa illusa alle spalle, ritroverà Milano. Ma la sponda non è quella nerazzurra: Samuele Longo, infatti, ha firmato per giocare con il Milan Futuro in Serie C. Qui l'ex-interista, troverà però tante promesse del panorama italiano, tra cui la stella rossonera di Francesco Camarda.

"Khephren figlio unico": La frecciatina social di Marcus al fratello neo juventino
Morte Davide Astori: "Poteva essere salvato". Confermata condanna per omicidio colposo