Tuttosport attacca. Il dibattito sui calendari e su quali squadre abbiano il percorso facilitato continua e si arricchisce di un nuovo capitolo. Quest'anno le insinuazioni e i sospetti sono iniziate a circolare addirittura il giorno prima del sorteggio, con tanto di ironia su quali squadre avrebbero giocato casualmente prima e chi dopo, alludendo a una disparità di trattamento pianificata. Già nella scorsa stagione, il famoso calendario dispettoso era stato al centro di polemiche, strumentalizzate a rendere ancora più incivile e poco sportivo il dibattito calcistico in Italia. Anche il quotidiano torinese si aggiunge a questa linea e commenta duramente il calendario del prossimo campionato e in particolare tiene a sottolineare come il percorso della Juventus sia molto complicato fin da subito a differenza di altre squadre, citando i nerazzurri.

Juve non fortunata come l'Inter sul calendario

Secondo l'accusa, la Juventus non avrebbe avuto la fortuna dalla sua parte con questo calendario poichè si ritroverà momenti nella stagione in cui le partite saranno davvero molte e gli avversari di assoluto valore. Il mese di gennaio, nonostante sia il mese piu freddo dell'anno, è definito come mese di fuoco in quanto la squadra di Thiago Motta dovrà affrontare le ultime due partite del primo turno di Champions League e la supercoppa in Arabia Saudita oltre alle partite di campionato, arrivando a ben sei match in venticinque giorni. Doveroso annotare che gli impegni più delicati sono quasi tutti concentrati nella prima parte di stagione, rendendo le ultime dieci partite meno complicate rispetto alle altre squadre ma questo aspetto sembra poco rilevante nell'analisi. Tuttosport però non si limita a commentare il calendario juventino ma cita anche l'Inter, definendo forutunato il suo percorso. Qui è doveroso precisare alcune cose. Premettendo che come detto all'inizio le polemiche sul calendario dispettoso siano alquanto inutili poichè in base ai vari momenti della stagione e all'andamento della squadra, ogni tifoso potrebbe lamentarsi dei troppi impegni o del big match arrivato in un momento di molte assenze, è altrettanto sbagliato prendere proprio la squadra di Inzaghi come esempio di squadra con il calendario facile. Le due squadre infatti avranno inzialmente lo stesso identico numero di partite: entrambe dovranno affrontare 38 giornate di campionato, entrambe saranno protagoniste della nuova Champions League che arriverà per entrambe le squadre fino a gennaio, mese nel quale entrambe saranno impegnate nella Supercoppa italiana e nel quale dovranno affrontare il primo turno di Coppa Italia. Da gennaio in poi, a decidere se il numero di partite dell'una o dell'altra squadra aumenterà saranno i risultati sul campo. Infine, a luglio sia Inter che Juventus voleranno negli Stati Uniti per disputare il nuovo Mondiale per Club. Entrambi i club potrebbero arrivare a più di 70 partite giocate se dovessero arrivare in fondo a tutte le competizioni, ecco perché prendere ad esempio opposto il calendario dell’Inter è un azione provocatoria più che un discorso basato sui fatti. Pensando al calendario dell'Inter, l'inizio di stagione prevede Atalanta e il derby con il Milan alla terza e quinta giornata che di certo non fa pensare alla fortuna. Alla nona giornata sarà la volta del derby d'Italia, nel weekend del 27 ottobre. Come spesso ribadito dalla dirigenza e dalla squadra, l'auspicio è quello di poter giocare più partite possibili ed essere competitivi in ogni competizione.
Il libro de Il Nerazzurro: LA SECONDA STELLA è in promo su Amazon
Mercato Inter, torna di moda il nome di Hermoso per la difesa