Pioli, Al-Ittihad. Sembrava tutto fatto per l'arrivo di Stefano Pioli sulla panchina dell'Al-Ittihad, club della prima serie del campionato saudita, ma qualcosa ora è cambiato. L'ex tecnico del Milan sarebbe diventato uno dei tecnici più pagati del mondo, ma tutto è saltato per molti motivi. Infatti, nel club saudita regna il caos, con il presidente Loay Nazer e il direttore sportivo Ramon Planes, che avevano scelto Pioli come nuovo allenatore, si sono dimessi, e quindi si virerà su un altro profilo.

I motivi del mancato accordo tra Pioli e l'Al-Ittihad

Secondo quanto riportato da Tuttosport, nelle ultime ore era circolata la notizia che il motivo principale del mancato arrivo dell'ex tecnico del Milan sulla panchina dei sauditi sia dovuto a un veto posto da Karim Benzema, ma l'ex attaccante del Real Madrid avrebbe manifestato solo alcune perplessità sulla scelta del tecnico italiano. Ma la ragione della trattativa saltata tra Pioli e l'Al-Ittihad è il caos societario, con presidente e direttore sportivi del club che si sono dimessi. Pertanto, prima si dovranno nominare i sostituti nelle due cariche più importanti, che poi dovranno scegliere il nuovo allenatore, ed i favoriti al momento sembrano essere Galtier, ex tecnico del PSG ma legato da un contratto con  l'Al-Duhail in Qatar, mentre l'altro candidato è Laurent Blanc, vecchia conoscenza dell'Inter ma anche lui ex allenatore dei parigini.
Venerdì inizia la nuova stagione dell'Inter: parleranno Marotta ed Inzaghi
Calciomercato Inter, per la difesa piace una vecchia conoscenza della Serie A