Conferenza stampa Italia-Albania. Ormai ci siamo. Tra 24 ore l'Italia di Luciano Spalletti farà il suo esordio a EURO 2024 contro l'Albania e comincerà la difesa titolata della coppa vinta tre anni fa in quella notte meravigliosa di Wembley. Come di consueto, prima delle partite, si è svolta la conferenza stampa che ha visto la partecipazione di mister Spalletti. Una delle sfortune che ha colpito l'Italia prima della partenza per la Germania è l'infortunio di Francesco Acerbi. Su chi prenderà il suo posto al centro della difesa, il CT risponde così: "Gianluca Mancini è il nostro centrale più esperto, nel senso che ha avuto più occasione di fare decisioni durante le partite. Anche Bastoni può diventare un leader della nostra difesa. Calafiori e Buongiorno sono due ragazzi che hanno voglia di raggiungere il top. Sono due ragazzi seri così come tutta la squadra lo è." Al momento il favorito per una maglia da titolare dovrebbe essere il centrale del Bologna, in coppia con il numero 95 dell'Inter.

Le condizioni di Barella

Un altro componente della rosa italiana, nonché di quella nerazzurra, è Nicolò Barella, alle prese negli ultimi giorni con qualche problemino fisico. Sulle condizioni del vice capitano dell'Inter, fresco di rinnovo di contratto fino al 2029, il mister di Certaldo ha espresso le sue sensazioni: "Ieri in allenamento ha fatto tutto, vedremo in quello di oggi come sta. Stiamo ascoltando anche le sue sensazioni perché aveva già avuto un problema simile e comunque si era adattato in fretta al ritmo della partita. Il parere più importante rimane quello dei medici perché sennò dovremmo sempre dare ascolto ai calciatori e loro vorrebbero sempre giocare. Alla fine credo che Nicolò sarà a nostra disposizione per la partita di domani." Parola dunque al campo con l'Italia che contro le aquile, guidate da Kristjan Asllani, dovrebbe schierare, oltre a Barella, altri tre elementi della rosa interista: Bastoni al centro della difesa, Dimarco alla sua sinistra nella difesa a quattro e Frattesi reinventato trequartista.
Como a sfondo nerazzurro: nel mirino 3 giocatori con un passato all'Inter
Pavard: "Il mio primo gol? Spero al derby"