L'ex difensore della nazionale austriaca è intervenuto al quotidiano heute.at in merito alla situazione di Arnautovic.

L'ex difensore della nazionale austriaca, Sebastian Prödl, ha parlato a heute.at della situazione di Marko Arnautovic e della sua importanza nella nazionale. Quanto sarà importante Arnautovic? "Marko è una persona entusiasmante. Deve essere grato di essere ancora lì sotto Rangnick. Non gli piacerà questa affermazione, ma è abbastanza intelligente da sapere che con Rangnick la sua carriera nell'ÖFB sarebbe potuta finire. Non è il giocatore di Rangnick. Ha cambiato le sue qualità, da ala a centravanti perché non riesce più a fare i percorsi". Ciononostante, lui c'è. "Dubito che sarà un giocatore regolare, ma Marko porta a questa squadra l'effetto gabbia, l'imprevedibile. Questo è ciò di cui hai bisogno nel sistema. Lega due giocatori e trova soluzioni. Rompe qualcosa con l'avversario. Marko ha bisogno dei fari, poi si accende e può far male a chiunque. Contro i francesi, è bene ripulirsi alla fine di un risultato ravvicinato. Contro la Polonia, ha legittime occasioni per far male ai difensori dall'inizio e farli stancare". Di recente ha segnato cinque gol in cinque partite. "Gioca come se fosse alto 1,90 e pesasse 100 chili. Un toro davanti al signore, che tecnicamente è al top. Affronta ogni duello che fa male. È davvero velenoso e ha tutto: dinamica e tecnica", ha concluso Prödl.
Euro2024, Asllani: "Sabato contro i miei amici, sarà speciale"
Lautaro, manca poco per il rinnovo: ecco quando arriverà la firma