Frattesi richiesto in Serie A. Una prestazione corale non troppo brillante quella contro la Spagna, dopo un match contro l'Albania vinto anche proprio grazie ad una sua rete: l'avventura ad Euro 2024 di Davide Frattesi è cominciata sotto un'ottima luce. La volontà del nerazzurro, adesso, sarà quella di incidere ancora di più e trascinare l'Italia alla prossima fase battendo la Croazia di Luka Modric, e le carte in regola per farlo le possiede tutte. L'intelligenza tattica e lo spirito intraprendente che caratterizzano i suoi tipici inserimenti offensivi sono non soltanto l'apporto più grande che regala alla nazionale ma anche la caratteristica che ha fatto innamorare di lui i tifosi interisti nel corso della stagione. Simone Inzaghi è deciso a regalargli un minutaggio maggiore ma Frattesi vuole esserne certo: il suo agente ha avuto un confronto con la dirigenza a questo proposito facendo trasparire qualche perplessità, con una grande suggestione di mercato sullo sfondo.

Frattesi-Roma? Idea difficile, ma spunta lo scambio con Mancini

Uno degli allenatori che più stima Frattesi è De Rossi, il quale lo aveva messo in chiaro più volte ammettendo l'errore della Roma che aveva lasciato andare il ragazzo vendendolo al Sassuolo. I giallorossi, infatti, sono una delle squadre interessate all'ex neroverde e qualche eventuale dubbio sul suo impiego nel corso della prossima stagione potrebbe aprire nuovi scenari. La situazione che si potrebbe prospettare è quella di uno scambio alla pari con un compagno azzurro, Gianluca Mancini, talentuoso difensore centrale dichiaratamente tifoso dell'Inter. La società nerazzurra, comunque, sembra piuttosto restia a procedere verso un'operazione di questo tipo: prima di tutto si andrebbe incontro ad un surplus nel reparto difensivo che, al momento, non rientra nei piani di Marotta e Ausilio, in secondo luogo l'intenzione del club è quello di blindare e tenere Frattesi a Milano.
Croazia-Italia: Spalletti pensa alla difesa a tre con Darmian e Bastoni
Correa-River Plate: si va avanti, legato anche Franco Carboni