Inter su Gudmundsson e Martinez. Il calciomercato nerazzurro entra sempre più nel vivo, con i dirigenti alla ricerca di un "doppio" regalo da consegnare direttamente nelle mani di mister Simone Inzaghi. Non è un segreto. I Campioni d'Italia, da tempo, sono interessati al profilo di Albert Gudmundsson. L'attaccante islandese del Genoa è l'obiettivo primario per occupare il quarto slot del reparto offensivo dell'Inter. Ma dal Grifone può arrivare anche un'altra pedina: il portiere Josep Martinez. Per questi interessi, come rivela la Gazzetta dello Sport, i dirigenti nerazzurri potrebbero mettere in atto una strategia per un doppio colpo dal Genoa. Una mossa che ricorda quello avvenuto nel 2010, quando l'Inter prese Diego Milito e Thiago Motta.

Gudmundsson e Martinez: ecco la strategia

I due profili di proprietà del Genoa sono ormai nel mirino della Beneamata. Il loro futuro sembra tingersi sempre più di nerazzurro. Ma, come nelle precedenti finestre del calciomercato, l'Inter deve operare in maniera oculata, attraverso il player-trading per un mercato che deve risultare ancora in attivo. Infatti, gli approdi di Gudmundsson e Martinez passano dalle cessioni degli "esuberi" nel reparto offensivo (in particolare per una cessione corposa del cartellino di Valentin Carboni). Sull'attaccante islandese, classe 1997, l'operazione d'acquisto richiede uno sforzo notevole. Infatti, il cartellino di Albert Gudmundsson dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 milioni di euro: ma il profilo piace molto a mister Inzaghi e a tutta la dirigenza, in grado di dare versatilità e tanta qualità tecnica all'attacco nerazzurro. Per l'estremo difensore spagnolo, classe 1996, invece, il cartellino si aggira tra i 15 e i 20 milioni di euro. Un doppio colpo da circa 50 milioni di euro per l'Inter. Ma come ha riportato la Gazzetta dello Sport, il club meneghino pensa ad una strategia per ripetere uno scenario simile che si è ripetuto nel 2010, quando proprio dal Genoa, i nerazzurri acquistarono Diego Milito e Thiago Motta. In quell'occasione, il presidente Massimo Moratti sborsò solo 18 milioni di euro (a fronte di una richiesta di 40 milioni) grazie a delle contropartite, come il cartellino di un giovane Leonardo Bonucci. Come fa sapere il noto quotidiano sportivo, per l'operazione Gudmundsson-Martinez, l'Inter ha già messo sul tavolo i propri interessi. La strategia che potrebbe essere adottata prevederebbe due mosse senza alcuna contropartita tecnica: la prima è l'acquisto del cartellino di Josep Martinez, per rendere più semplice la via che porta ad Albert Gudmundsson. Per l'attaccante islandese, come riportato dalla GdS, l'Inter potrebbe optare per una formula simile a quella che ha portato all'acquisto di Davide Frattesi, ovvero un prestito oneroso con diritto di riscatto.
Zanetti: "Vogliamo vincere ancora. Tutto fatto per Lautaro"
Frattesi, tra Nazionale e Inter: "Voglio l'Europeo e la Champions"