Mercato Inter Gudmundsson. A poco più di dieci giorni di distanza dall'apertura ufficiale della sessione estiva del calciomercato, le trattative proseguono serrate con le principali protagoniste della Serie A a caccia dei giusti profili per aumentare il proprio tasso tecnico e colmare il gap dall'Inter Campione d'Italia. I nerazzurri hanno incassato da poco il sì di Josep Martinez e la trattativa con il Genoa è alle battute finali per poter vestire il portiere spagnolo di nerazzurro come vice Sommer per la prossima stagione. L'asse Milano-Genova coinvolge non solo l'estremo difensore iberico ma anche un noto pallino di Marotta e Ausilio che rappresenterebbe il jolly tecnico di cui Simone Inzaghi è tanto desideroso.

Un jolly per Inzaghi

L'Inter continua a lavorare per portare Albert Gudmundsson a Milano. L'attaccante islandese è uno dei principali obiettivi di mercato del club nerazzurro, considerato la pedina ideale per completare il reparto offensivo dopo l'arrivo di Taremi. Tuttavia, chiudere la trattativa col Genoa non sarà semplice. Da un lato c'è la volontà del giocatore, che secondo il Corriere dello Sport ha dato piena disponibilità al trasferimento e si è detto pronto ad aspettare l'Inter quanto necessario. Dall'altro, c'è la necessità per il club di Viale della Liberazione di fare cassa e ottenere il capitale necessario tramite le cessioni, in particolare quella di Marko Arnautovic. La cessione dell'austriaco, adocchiato per l'attacco da Fiorentina e Galatasaray, non sarà facile e, con tutta probabilità, discorsi veri e propri su un suo possibile addio non partiranno prima della fine di Euro 2024. Inoltre, c'è la questione di Valentin Carboni, la cui cessione potrebbe aiutare i nerazzurri a monetizzare senza dover sacrificare uno dei titolari, sebbene la convocazione del classe 2005 alla Copa America e l'ottima stagione a Monza abbiano indotto l'Inter a tenerselo stretto Sia l'Inter sia Gudmundsson dovranno essere pazienti. Tra il club e il giocatore c'è già un'intesa di massima. Nel frattempo, in casa Genoa, nonostante le dichiarazioni di rito del direttore sportivo Ottolini, che ha affermato di volersi tenere stretto l'attaccante, sono consapevoli che un'offerta importante potrebbe portare alla partenza dell'islandese. Sarà quindi solo una questione di ragionare sulla formula dell'accordo con la richiesta del Genoa sui 40 milioni di euro, mentre l'Inter punta a un prestito oneroso con obbligo di riscatto da esercitare nel 2025. Il possibile arrivo dell'attaccante, 87 presenze e 31 gol in Liguria da gennaio 2022, rappresenterebbe un importante innesto tecnico per l'Inter, che mira a rafforzare ulteriormente la propria rosa per competere ai massimi livelli in Italia, in Europa e nel Mondo. Simone Inzaghi vede nell'attaccante islandese il giocatore giusto per dare maggiore profondità e qualità al reparto offensivo, grazie alle sue capacità tecniche e alla sua versatilità. D'altra parte, il Genoa non vuole cedere facilmente uno dei suoi giocatori più preziosi, ma riconosce che un'offerta adeguata potrebbe essere vantaggiosa per il club, permettendo di reinvestire i fondi in altri settori della squadra. La richiesta di 40 milioni è significativa, ma l'Inter spera di trovare una soluzione che consenta di dilazionare il pagamento attraverso un prestito oneroso con obbligo di riscatto. La trattativa richiede pazienza e strategia, ma l'Inter è determinata a portare Gudmundsson a Milano, visti anche i buoni rapporti con la società ligure. Con l'intesa di massima già raggiunta col giocatore, ora il focus si sposta sul trovare l'accordo col Genoa. In caso di successo, l'Inter aggiungerebbe un talento prezioso alla propria rosa, mentre il nazionale islandese avrebbe l'opportunità di dimostrare il suo valore in una delle squadre più prestigiose della Serie A, che gli offrirebbe anche il panorama della nuova Champions League.
Un pallone d'oro, qualche flop, tutti gli spagnoli all'Inter prima di Martinez
Nerazzurri all'Europeo: Çalhanoğlu e la passione per la musica