Taremi Porto
Taremi

Nel corso di una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Sportitalia, l’agente FIFA Alireza Nikoomanesh ex procuratore di Taremi ha parlato del suo approdo in Italia.

Nikoomanesh, anche lui iraniano, ha subito rivelato di venire dallo stesso quartiere del calciatore e di avere un rapporto familiare con il padre di Taremi che ha avuto un passato nel calcio professionistico. 

Come raccontato, la scelta di assistere Medhi è stata principalmente guidata dalle sue ottime prestazioni in campo. L'agente FIFA ha accompagnato il giocatore nelle fasi iniziali di carriera, nel suo percorso verso la Nazionale iraniana e nel passaggio al Porto. E nonostante non si sia occupato dell'ultima operazione all'Inter per divergenze e vedute differenti, Nikoomanesh si mostra orgoglioso del percorso fatto dal suo ex assistito.

“Mi aspetto da lui una stagione straordinaria, credo nel suo talento”

L'agente FIFA ha poi proseguito, esprimendo le proprie aspettative verso Taremi in maglia nerazzurra:

"Credo fortemente nel talento di Medhi e prevedo un futuro promettente per lui in Italia. La sua storia funge da esempio per i giovani che aspirano a diventare calciatori, ha mostrato l'importanza dell'umiltà e ha saputo adattarsi nel passaggio da star del proprio paese a lottare per un riconoscimento internazionale. Sono immensamente orgoglioso dei risultati che ha ottenuto e fiero dell'approccio strategico di Arvand Sport (la sua agenzia, n.d.are.). Questo suo successo non si riflette positivamente solo su di noi ma su tutto il calcio iraniano. Prevedo una stagione straordinaria a venire, con una crescita personale significativa per lui ed esperienze grandiose”.

Infine, per quanto riguarda la concorrenza in squadra che avrà a Milano, l'agente non si scompone e rilancia:

“Anche se l'Inter può vantare giocatori formidabili come Thuram, Lautaro e Arnautovic, sono fiducioso che la determinazione e le qualità di Medhi gli permetteranno di ritagliarsi un ruolo di primo piano nella squadra e sarà in grado di offrire prestazioni eccezionali. La sua esperienza al Porto, dove pure c'era una forte concorrenza lo hanno reso più forte e più strategico, riuscendo a dare sempre un contributo importante. La filosofia che il calcio europeo aiuta a migliorare i giocatori è vera e Taremi stesso ne è la dimostrazione”.

Il libro de Il Nerazzurro: LA SECONDA STELLA è in promo su Amazon
Marotta vuole un'Inter sempre al top: "Avanti sempre per vincere"