I big restano come voleva Simone Inzaghi, ora manca solo Dumfries (tra i giocatori) rinnovare. Il brivido lungo la schiena dei tifosi per Hakan Calhanoglu è durato meno di quarantott’ore, il gelo calato tra Dumfries e l’Inter ci ha messo qualche mese in più ma alla fine sì, si è sciolto anche quello sotto i raggi del sole estivo, scrive la Gazzetta dello Sport. L'esterno olandese ci ha pensato su, ha cominciato il suo Europeo da giocatore con il futuro in stand-by e poi ha deciso: vuole restare ancora a Milano come già aveva detto a Piero Ausilio il mese scorso.

Il suo domani con molte probabilità dunque sarà ancora in maglia nerazzurra, come pure quello di capitano Lautaro Martinez che dovrebbe firmare a giorni, Barella, Dimarco, Bastoni e tutti gli altri titolarissimi dello scudetto, allenatore compreso, naturalmente: per Simone Inzaghi è questione di tempo, la firma sul rinnovo fino al 2026 arriverà, come ha detto ieri il presidente Beppe Marotta al Gran Galà dell'apertura del calciomercato estivo. Magari anche già prima del raduno del 13 luglio. I figli della seconda stella hanno sudato e lottato per appuntarsela sul petto e non hanno intenzione di cambiare aria proprio adesso che viene il bello.

Il libro de Il Nerazzurro: LA SECONDA STELLA è in promo su Amazon
Tessmann nel 2025: Oristanio al Venezia ma manca il suo "sì"