Baggio Rapina. Giovedì scorso, durante Italia-Spagna, Roberto Baggio e la sua famiglia hanno vissutto attimi di autentico terrore a causa di alcuni malviventi che si sono introdotti nella villa del Divin Codino. Nelle ultime ore stanno emergendo i dettagli dell'aggressione.

Baggio, sangue e terrore: i dettagli della rapina

Secondo le ricostruzioni, i ladri si sarebbero introdotti nella villa sfruttando un allarme disattivato (c'erano anche alcuni amici di Baggio a vedere la partita) e una finestra lasciata aperta per far circolare aria. Baggio, vedendo i primi due malviventi, ha cercato di allontanarli per difendere la sua famiglia ma è stato colpito da uno degli altri quattro (arrivati da un'altra direzione) con il calcio della pistola. Il colpo ha causato un'importante ferita all'ex fuoriclasse azzurro, causando una copiosa fuoriuscita di sangue. A quel punto, i malviventi, hanno rinchiuso tutti gli inquilini della villa in uno stanzino senza cellulari e hanno continuato nel loro intento.  La refurtiva è stata di qualche oggetto di valore, ma per fortuna nessun cimelio sportivo. Dopo circa 40 minuti, una volta che i ladri avevano abbandonato la villa, Baggio ha sfondato la porta dello stanzino e ha chiamato i soccorsi. Per chiudere la ferita alla stesta sono stati necessari ben 6 punti di sutura. Per il resto, nulla da segnalare. Solo tanto spavento per la famiglia e gli amici del Divin Codino, che hanno vissuto momenti di terrore in una serata che doveva essere distensiva e conviviale.
Attrito fra Ausilio e Riso: ecco in che modo cambia la situazione di Frattesi
Darmian: “Non dovremo ripetere gli errori commessi con la Spagna“