Genoa-Gudmundsson, la situazione. Il giacatore islandese, autore di una stagione super con il Genoa di Gilardino, è da tempo nel mirino della dirigenza nerazzurra. I grifoni hanno fissato il valore del suo cartellino a 30-35 milioni cash, con la possibilità di abbassare le pretese attraverso l'inserimento di una contropartita tecnica, ma solo per profili già promossi dai liguri.

Pesa la volontà del giocatore: vuole la Champions

Il classe 1997 viene da una stagione straordinaria in maglia rossoblù con la quale ha messo a segno ben 16 gol e 5 assist in 37 partite disputate (contando tutte le competizioni). Un'annata esaltante che non ha fatto altro che accendere i riflettori sull'attaccante islandese, attirando di fatto l'interesse di diverse squadre italiane e non, tra cui anche l'Inter. I nerazzurri, come più volte detto, sono fortemente interessate al profilo del numero 11 del Genoa e da tempo stanno cercando la formula giusta per portarlo a Milano. Secondo quanto ribadisce oggi la Gazzetta dello Sport, su di lui si sta muovendo con interesse anche la Fiorentina, ma ad oggi nessuna offerta è stata avanzata e nessun contratto è stato concluso. Di certo è che la volontà del giocatore diventa fondamentale in questa fase. Infatti Gudmundsson, che nelle prossime ore tornerà a Genova per dare il via alla preparazione in vista della prossima stagione prima di partire con il resto della squadra per il ritiro di Moena, ha un obiettivo per il suo futuro: giocare in un club che possa consentirgli di misurarsi in un palcoscenico prestigioso come quello della Champions League. Proprio per questo motivo ha finora declinato le offerte dall'Arabia e da un club inglese che non parteciperà alla massima competizione europea per club. Ma per consentire il trasferimento il Genoa ha fissato il prezzo del suo cartellino in 30-35 milioni cash. Un'uscita che potrebbe esser in parte calmierata dall'inserimento di una contropartita tecnica, cosa a cui sta puntando l'Inter considerando che alcuni suoi gioielli piacciono molto alla squadra allenata da Alberto Gilardino.
Oaktree ha deciso: i big non si muovono
Valentin Carboni: ora l'Inter preferirebbe cederlo. Ecco perchè