Spalletti prepara Spagna-Italia. La prima giornata dei gruppi di Euro 2024 sta per archiviarsi, aprendo alle porte alla seconda partita del turno dei gironi, in cui verrà lasciato spazio ad un classico tra due storiche nazionali. La seconda giornata del gruppo B vedrà, infatti, il big-match tra Spagna e Italia. Entrambe le nazionali vogliono continuare il glorioso cammino che porterà alla finale di Berlino di questo europeo, passando però da questo snodo fondamentale per il girone. Ecco come potrebbe affrontare l'esame di spagnolo il c.t. Luciano Spalletti.

Spagna-Italia, Spalletti verso la riconferma dell'11 visto contro l’Albania

La Nazionale spagnola ha vinto la sua partita d'esordio di Euro 2024 contro l'altra squadra del gruppo B, la Croazia. Un risultato netto: la Furia roja si è imposta per 3 a 0 sui croati guidati da Luka Modric. Sul tabellino i gol di due ex del campionato italiano (Alvaro Morata e Fabian Ruiz) e la rete di Daniel Carvajal - a segno di nuovo in una competizione UEFA, dopo il suo gol nella finale di Champions League vinta con il Real Madrid, lo scorso 1° giugno. La Spagna è data per favorita come prima del gruppo B. Ma nonostante lo strapotere esercitato ai danni della Croazia, gli spagnoli dovranno vedersela con gli Azzurri di Luciano Spalletti. Il commissario tecnico della Nazionale italiana sta preparando la seconda partita della fase a gironi. Spagna-Italia si giocherà giovedì 20 giugno, alle ore 21, nell'impianto sportivo Veltins Arena di Gelsenkirchen. Secondo le ultime indiscrezioni che arrivano dal ritiro degli Azzurri, sembra che Spalletti voglia riconfermare il modulo e l'undici che è sceso in campo nella vittoria contro l'Albania, per 2 a 1. Nonostante la sbavatura sul gol della Nazionale albanese, arrivato a nemmeno un minuto dal fischio iniziale della partita di Dortmund, l'Italia ha risposto da grande squadra, dominando in lungo e in largo la partita: prima il gol di Alessandro Bastoni, su schema da calcio d'angolo; poi la rimonta definitiva con il gol di Nicolò Barella, che ha giocato una partita da top-player. Piccola disattenzione a quattro minuti dalla fine della partita da parte di Riccardo Calafiori, ma che Gianluigi Donnarumma ha corretto con una parata provvidenziale. Il portiere del PSG sarà di nuovo confermato titolare, mentre Spalletti vorrà mantenere il 4-2-3-1 della prima giornata di Euro 2024. La linea difensiva a quattro sarà, quindi, affidata di nuovo a Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori e Dimarco; mentre in mediana, l'indispensabile Barella sarà affiancato ancora una volta da Jorginho. Nessuna sorpresa nemmeno per la trequarti offensiva azzurra: se le fasce verranno affidate ancora alla velocità e all'esplosività di Chiesa e Pellegrini, in mezzo ci sarà anche Frattesi pronto ad inserirsi coi tempi giusti. Il tutto a supporto di Scamacca unica punta. Per Spalletti si tratta di una prima volta da quando siede sulla panchina della Nazionale italiana. Il c.t. ha sempre fatto rotazioni, in ogni partita che ha giocato finora, cambiando di volta in volta pedine e moduli (anche con esempi di difesa a tre, come nelle amichevoli con Venezuela, Ecuador e Bosnia). "Squadra che vince non si cambia", un detto che probabilmente il tecnico toscano vuole applicare. Ma non mancano le alternative, soprattutto per mettere fisicità e contrastare la velocità e la tecnica sopraffina degli spagnoli. Per la difesa e il centrocampo dell'Italia, infatti, ci saranno un paio di ospiti difficili da gestire: oltre al senso del gol di Morata, preoccupano i giovani talenti cristallini di Nico Williams (21 anni) e di Lamine Yamal (16 anni, il più giovane calciatore ad aver disputato una partita degli europei); mentre le chiavi del centrocampo potrebbero essere nei piedi di Rodri, Pedri e Fabian Ruiz. La prima idea per Spalletti potrebbe essere quella di schierare Mancini in difesa, al posto di Calafiori, per una maggiore copertura. Invece, l'altra alternativa potrebbe essere riguardante la mediana, con la fisicità di Cristante al posto della geometria di Jorginho. Da non dimenticare che, in panchina, è disponibile anche Nicolò Fagioli, il quale potrebbe essere una valida alternativa per la mediana degli Azzurri.
Zanetti: "Oaktree garantisce continuità. Siamo al lavoro per una stagione da protagonisti"
Barella e Frattesi, "nerAzzurri" essenziali: numeri e statistiche con l'Italia