Calciomercato Inter Valentin Carboni Olimpyque Marsiglia. Se la Copa America 2024 ha regalato la prima brutta sorpresa all'Inter con il grave infortunio subito da Tajon Buchanan, nella competizione dedicata alle nazionali di Nord, Centro e Sud America, c'è un giocatore che scalpita all'idea di assaporare nuovamente il sapore del terreno di gioco dopo i 17 minuti nella terza partita del girone giocata dalla sua Argentina contro il Perù. Stiamo parlando di Valentín Carboni, giovane talento argentino di proprietà dell'Inter, finito al centro delle attenzioni di mercato.

Un nuovo pretendente

"Sono convinto che lo aspetti un futuro straordinario e sta vivendo un presente spettacolare. E' cresciuto dai tempi delle nazionali giovanili e ha qualità enormi". Così parlò Lionel Messi, otto volte Pallone d'Oro, di Valentín Carboni dopo l'amichevole del 15 giugno scorso contro il Guatemala. Il giovane trequartista dell'Inter, classe 2005, ha fatto il suo esordio con la Nazionale Campione del Mondo indossando la maglia n°21 lasciata libera da Dybala, utile a guadagnandosi il soprannome di "joyita" in patria. La Copa America 2024 ha visto il ragazzo, in forza al Monza nella stagione di Serie A appena conclusa, prendere contatto con una competizione internazionale grazie ai 17 minuti che il CT Lionel Scaloni gli ha concesso nella vittoriosa gara dell'Albiceleste per 2-0 contro il Perù. Alcune incursioni verso l'interno del campo, tocchi di prima e una grande determinazione sono state il biglietto da visita del 19enne nerazzurro con Marotta e Inzaghi che avranno sicuramente notato la sua performance promettente. Il futuro dell'attaccante argentino è sicuramente destinato a essere più che roseo ma al momento è circondato da un grande dilemma: restare all'Inter e fare esperienza con i grandi o separarsi dalla Beneamata, in prestito o definitivamente, per compiere il salto di qualità in una piazza adatta al suo talento. L'eventuale uscita di Carboni da Appiano Gentile frutterebbe all'Inter non meno di 40 milioni di euro, cifra sotto la quale Marotta e la dirigenza nerazzurra non intendono vendere il gioiello di casa, che potrebbe rappresentare il tesoretto sufficiente a sbloccare la trattativa con il Genoa per Albert Gudmundsson, altro pallino del Presidente dell'Inter e di Simone Inzaghi che si ritroverebbe così un attacco stellare per la conferma in campionato e l'assalto a lla nuova Champions League e al Mondiale per Club. Il talento di Carboni non è passato inosservato e la sua crescita ha attirato l'interesse di diversi club, tra cui, ultimo ad aggiungersi alla lista delle pretendenti, il Marsiglia del nuovo allenatore Roberto De Zerbi. L'ex tecnico di Sassuolo, Shakthar Donetsk e Brighton è un grande estimatore del campioncino dell'Inter e le casse del numero uno del club transalpino, Pablo Longoria, sarebbero pronte ad aprirsi per la cosiddetta "offerta indecente" che in Viale della Liberazione attendono. Tuttavia, l'idea di perdere definitivamente un giovane promettente come Carboni potrebbe spingere la dirigenza nerazzurra a preferire una soluzione temporanea come il prestito, che permetterebbe al giovane attaccante di maturare ulteriormente senza rinunciare al suo potenziale futuro. Ad alimentare le voci di un possibile interessamento del Marsiglia per Carboni, dalle pagine de Il Corriere dello Sport trapela la recente visita nella sede dell'Inter dell'agente di De Zerbi, Edoardo Crnjar, dove viene ipotizzata una possibile occasione per discutere con Piero Ausilio proprio del 19enne argentino. In aggiunta, si potrebbe essere parlato anche di Giovanni Leoni, difensore della Sampdoria classe 2006 che ha stupito con Pirlo in panchina in Serie B, le cui prestazioni sono gestite dal fratello di Crnjar, Giacomo. In ogni caso, qualsiasi discorso sul futuro di Carboni verrà affrontato al termine della Copa America dove l'Argentina Campione del Mondo e uscente della competizione affronterà nei quarti di finale l'Ecuador nella notte italiana tra il 4 e il 5 luglio.
Infortunio Buchanan: l'Inter cerca possibili soluzioni per tamponare l'emergenza
Mondiale per Club: possibili deroghe per i contratti in scadenza