Verso Inter – Fiorentina: si torna a san Siro per la sesta di campionato

Il turno infrasettimanale si apre a San Siro e vede l’Inter impegnata contro la Viola

Inter – Fiorentina apre la sesta giornata della sesta del girone di andata. Si preannuncia una gara difficile, nella quale la viola presenterà i suoi 10punti, rappresentativi del terzoposto in classifica, quella che fino ad oggi, con 3 soli gol subiti è la miglior difesa del torneo ed il secondo attacco, capace di mettere a segno già 11 reti, una sola sconfitta sul groppone.

L’Inter, dopo la buona vittoria sul filo di lana nella gara di esordio contro il Tottenham in champions ed è andata a Marassi a conquistare un’altra vittoria in pieno recupero. La Fiorentina di Pioli ha fino ad oggi vinto tutte le gare casalinghe, ma ha mostrato momenti di sbandamento in trasferta, dove ha ottenuto soltanto un punto nelle due partite disputate lontano dal Franchi, lo vogliamo dire, noi interisti pur sussurrandolo, vogliamo avvertire Pioli: non c’è due senza 3.

Non ci stupieremo se Spalletti opererà un po’ di turnover, sicuramente nella linea difensiva: dovrebbe tornare titolare De Vrij, al posto di Miranda,al fianco di Skriniar in coppia centrale davanti ad Handanovic. Luciano Spalletti difficilmente opterà per la linea difensiva a 3 e sulle fasce riteniamo che la sclta cadrà ancora su Danilo D’Ambrosio a destra e Asamoah a sinistra.

Per quanto riguarda i 2 centrocampisti schierati davanti alla difesa, dovrebbe essere facile scelta la conferma di Marcelo Brozovic e di Matias Vecino, con Gagliardini in panchina, che in caso di risultato positivo potrebbe subentrare all’uruguagio, per farlo rifiatare in vista delle prossime due gare ravvicina, campionato il 25 settembre contro Fiorentina in casa, seguita dalla gara casalinga col Cagliari del 29 settembre, dalla trasferta di champions in terra olandese del 3 ottobre contro il PSV Eindhoven, seguita il 7 ottobre dalla gara di campionato in trasferta contro la Spal.

Quattro partite in 12 giorni… tour de force per i giocatori e per Luciano Spalletti che dovrà gestire al meglio i giocatori a sua disposizione.

Amala!