Verso Inter -Cagliari, la conferenza stampa di Luciano Spalletti

Spalletti: “Tutto passa per risultati ed entusiasmo”

Il mister dei nerazzurri in conferenza alla vigilia di Inter-Cagliari: “Ora siamo nella posizione di vedere chi ci precede ma dobbiamo continuare a vincere”

APPIANO GENTILE – Di nuovo in campo, domani sera alle 20.30 contro il Cagliari. Non c’è sosta per i nerazzurri e così è già tempo di conferenza per mister Luciano Spalletti che ha incontrato la stampa questo pomeriggio al Centro Sportivo Suning. “Ora siamo nella posizione di vedere chi ci precede ma dobbiamo continuare a vincere per restare in carreggiata. L’interesse dell’Inter e il mio per primo è quello di stare concentrati sul nostro lavoro”.

“Passa tutto attraverso il risultato e l’entusiasmo, il riuscire a mettere in condizione un numero di calciatori che non sono solo gli 11 o 14 che scendono in campo ma tutti quelli che abbiamo. Tutte queste partite stancano anche a livello mentale e diventa complicato recuperare totalmente”. “Lautaro può essere il terminale offensivo e può palleggiare con i compagni. Caratterialmente è tosto, forte, dobbiamo mantenerlo così e cercheremo di proteggerlo il più possibile”.

“Qualche battuta alla toscana i miei amici di Firenze me l’hanno fatta! Il fallo di mano però non va messo in discussione anche se ancora si leggono dei dubbi sulla stampa, ma la storia è questa. Io con loro rimango in buoni rapporti perché ho amici d’infanzia che sono tifosi della Fiorentina”. “Nainggolan sta dando la sufficienza, per quello che sono le sue potenzialità: deve riuscire a trovare la condizione che al momento non ha avuto possibilità di trovare a causa dell’infortunio. lui è uno che riesce a dare strappi alla partita ogni 2-3 minuti”.

“Vrsaljko potrebbe non recuperare prima della sosta. Può iniziare ad allenarsi in dinamica, ora sta facendo palestra. Però dobbiamo valutarlo e rimetterlo in condizione di giocare una partita”. “Dobbiamo dimostrare di essere una squadra che merita di essere in cima ai pensieri dei tifosi”.

Fonte: sito ufficiale F.C. Internazionale

Print Friendly, PDF & Email