Sampdoria – Inter 0 – 1, breve commento e valutazione dei nerazzurri

Meritatissima vittoria dei nerazzurri a Marassi contro la Doria

L’Inter di Luciano Spalletti batte la Doria ed il VAR, complice del direttore di gara di un arbitraggio privo di personalità e costellato di erori, talvolta non veniali. Già, il VAR… quello strumento che già ci ha defraudato almeno di 3 punti, Sassuolo – Inter: Miranda commette fallo sul neroverde Berardi ed il direttore di campo decreta senza esitare il penalty per gli emiliani… peccato che l’azione irregolre di Miranda fosse iniziata almeno un metro fuori area, non fosse che il buon Berardi ha strisciato come un pitone affamato all’interno, per deglutire l’immeritata preda del rigore. Succede che Asamoah viene atterrato nell’area degli emiliani, ma nè l’arbitro nè il VAR proferiscono verbo, tutto regolare. Non è tutto: poco dopo una foto “La presse” dimostra l’esistenza di un secondo rigore per fallo su Lautaro, in favore della beneamata, sanzione ignorata da tutti gli uomini del designatore. Purtroppo non possiamo pubblicare le immagini coperte da copyright, ma sono visibili chiaramente su Youtube ed esistono immagini che acclaranto l’accaduto.

Inter – Parma: vogliamo parlare del rigore negato all’Inter per fallo di mano in area di Dimarco, chiaramente documentato da immagini e filmati, visto da almeno qualche migliaio di spettatori live sul campo e qualche decina di migliaia successivamente, nelle varie moviole? lasciamo stare e torniamo alla gara di ieri sera, Sampdoria- Inter: dalle immagini si rileva che nel primo gol annullato esiste una posizione di off side millimetrica di Icardi, lontano 16 metri dalla porta, totalmente ininfluente nella fase di finalizzazione con tiro diretto del Ninja… Infastidiva il portiere? Noooooooooooo! I giocatori della Doria già stava mandandosi accidenti l’un l’altro sule colpe per il gol subito ed avevano già buttato la palla verso il centrocampo. Attentissimi al VAR lanciano il silent check ed il gol viene annullato. Finalmente poi Arbitro e varisti ne azzeccano una: decretando l’annullamento di un gol siglato da Asamoah con un missile alla sinistra di Audero, stavolta a ragione: la palla prima di essere arrivare al nostro eroe aveva varcato la linea di fondo campo ed era totalmente passata nel campo per destinazione.

Veniamo al commento della gara: l’Inter dopo Bologna torna alla vittoria contro la Samp di Giampaolo, il tecnico blucerchiato è sconsolato! Ritiene di aver giocato la partita alla pari e forse qualcosa in più…. insomma per il tecnico forse meritava la vittoria. Peccato che non abbia fatto un tiro in porta,se escludiamo la patetica rovesciata di Quagliarella, brutta imitazione di quelle di CR7 e Bale…, che tutti gli elementi statistici, possesso palla, tiri verso la porta, 14 corner, ecc. ecc., parlino in favore dell’Inter… 

Spalletti ha fatto giocare una partita intelligente, con un giro palla lento a chiamare al pressing, ed alla fatica, i doriani, che intorno al sessantesimo non ne avevano più. Lucianone ha poi alzato gradualmente i ritmi e l’Inter è divenuta padrona del campo, per arrivare a giocare una quindicina di minuti dentro l’area dei blucerchiati…. è cosa nota che quando gli avversari ti arrivano a giocare dentro i sedici metri, sbagliano 2 gol con la testa di Vecino, colpiscano un palo con Candreva a portiere battuto, prima o poi il gol si appaleserà. E’ stato prozovic a mettere in rete nei minuti di recupero la stoccata vincente, si nei minuti di recupero e allora? Nei minuti di recupero i gol non si possono segnare? Le storielle di Giampaolo stavolta non attaccano e non ne parliamo nemmeno, vittoria limpida e meritata, a Spalletti è bastato cambiare gli esterni, variare il gioco sulle fasce con qualche imbucata centrale, per costrinegere i ragazzotti di Giampaolo a rinculare quasi tutti sottopalla, incassare il gol di Epic e incartare la sconfitta!

Valutazioni dei singoli? Non servono: bastano alcune considerazioni: Nainggolan non ancora in forma, ma in lento crescendo, Icardi che ancora sognava il gol contro il Tottenham, gli altri stanno arrivando al ritmo partita per tutto il tempo regolamentare + recupero. Handanovic? Ordinaria amministrazione, e si torna a salire in classifica.