Home La Settimana Milan-Inter 0-3, il post partita, le pagelle dei “nerazzurri”

Milan-Inter 0-3, il post partita, le pagelle dei “nerazzurri”

Milan-Inter 0-3, il post partita, le pagelle dei "nerazzurri". Le valutazioni dei giocatori nerazzurri nel vittorioso match contro il Milan.

Milan-Inter 0-3, il post partita, le pagelle dei “nerazzurri”

Le valutazioni dei giocatori nerazzurri nel vittorioso match contro il Milan.

Milan-Inter 0-3, il post partita, le pagelle dei “nerazzurri”. Le valutazioni dei giocatori nerazzurri nel vittorioso match contro il Milan.

L’Inter segna in apertura di gara con Lautaro Martinez, il Milan va in confusione e non si vede più per tutta la prima frazione, esprime solo uno sterile possesso palla a cercare gli esterni per mettere in mezzo palla alta. Risultato ZERO, gli esterni combinano poco e quando la mettono la contraerea nerazzurra ha sempre la meglio sui saltatori rossoneri. Per il resto titic e titoc a centrocampo.

Nel secondo tempo, gli uomini di Pioli rientrano con la convinzione di poter recuperare il gol di svantaggio,  l’aggressione rossonera è furiosa. Nei primi minuti del secondo tempo la squadra di Pioli mette in area l’Inter e prova in tutti i modi a segnare.

Ibrahimovic il protagonista: con due colpi di testa che parrebbero a colpo sicuro, Handanovic per due volte risponde da campione con interventi prodigiosi. Passano alcuni minuti e Tonali vede la porta di Handanovic, spara una mina di sinistro, ma il portiere nerazzurro arriva sicuro sulla traiettoria e mette in angolo.

Il Milan diminuisce la pressione per tirare fiato, giropalla abbastanza lento nella metà campo nerazzurra… L’Inter aspettava solo questo: ripartenza di Hakimi che spacca in due il Milan, palla ad Eriksen che rifinisce per Perisic che serve un assist delizioso per il Toro, che spinge in rete la palla dello 0-2.

Tenta di ripartire il Milan, l’Inter si abbassa in copertura, non corre seri pericoli e in una decina di minuti l’Inter chiude la gara, Perisic mette palla rasoterra filtrante per Lukaku, il bomber parte a razzo, saluta Romagnoli e cavalca fino al limite, lascia partire un missile verso la porta di Donnarumma, la palla indirizzata verso il primo palo si insacca, è il gol che chiude la gara sullo 0 a 3.

L’Inter affonda ancora un paio di volte, facendo tremare il Milan che ormai non ci crede più, poi gestisce palla senza correre rischi sino alla fine.

Le valutazioni dei nerazzurri:

Handanovic 8: primo tempo di noia e all’improvviso si vede arrivare fuoco a raffica da Ibra e Tonali: tre palle pericolose. Tre interventi fondamentali per difendere il vantaggio e consentire alla squadra di tornare a giocare con tranquillità.

Skriniar 6,5 – Grande prestazione del difensore, ormai adattato nella difesa a 3 e tornato ai suoi livelli fisicamente e psicologicamente. Dalle sue parti non si passa!

De Vrij 6 – Contiene Ibrahimovic a cui lascia veramente poco qualche piccola sbavatura nei disimpegni e in impostazione.

Bastoni 6 – Il ragazzo gioca leggermente sotto i livelli a cui ci ha abituato, l’inconsistenza di Saelemaekers sicuramente lo aiuita…

Hakimi 6 – Bel duello con Theo Hernandez che gli costa il cartellino giallo e la squalifica verso il Genoa. Gli manca il tocco decisivo negli ultimi metri. (38′ st Young sv)

Barella 6,5 – Motorino inesauribile, fondamentale sul lato di Hakimi per supportare in costruzione e coprire in ripiegamento. Prova anche a togliersi lo sfizio del gol. (41′ st Vidal sv)

Brozovic 6 – Il più appannato del centrocampo ma non per questo insufficiente, taglia e cuce tra difesa e mediana.

Eriksen 6,5 – Giocatore trasformato dalla “cura Conte”, sia nell’attitudine che nel modo di giocare: meglio tatticamente che in costruzione. Aiuta Perisic e Bastoni sul centro-sinistra. Prestazione ampiamente positiva. (33′ st Gagliardini sv)

Perisic 7 – Vera e propria sorpresa di questa seconda parte di stagione nerazzurra, buono in copertura, ripartenza e rifinitura, attento e pericoloso davanti. Un vero quinto del centrocampo. (33′ st Darmian sv)

Lukaku 7,5 – Primo tempo leggermente sotto tono, poi grande assist sul gol dello 0-1, nella ripresa lascia un gol, poi però è implacabile in contropiede: punto di riferimento e bomber.

Lautaro Martinez 8 – Quinto gol nelle ultime sei partite, inesauribile lavoro in pressing, nel recupero seconde palle. E’ tornato a “rivedere” la porta con buona continuità. Quando gioca così, è giocatore completo. (33′ st Sanchez sv)