Martinez e Politano spingono l’Inter verso l’alto

Il mercato inizia a portare i suoi frutti, i nuovi si stanno integrando!

L’Inter conquista la quarta vittoria consecutiva e s’insedia al terzo posto in classifica.

È anche la prima partita da titolare di Lautaro Martinez e il ragazzo ripaga ampiamente la fiducia riposta in lui. L’argentino segna, infatti, un gol dopo dodici minuti sfruttando un bel cross di Dalbert. L’Inter, che sino a quel momento era stata per lo più spettatrice attenta delle giocate di un volenteroso Cagliari, trova un vantaggio meritato e prezioso. Per il resto Martinez partecipa e s’inserisce nelle manovre e nel gioco della squadra offrendo impegno e diligenza.

Anche Dalbert regala un’ottima prestazione e con essa un cross dopo appena dieci minuti, invitante e bello, per lo stacco di Martinez. Il brasiliano piazza al centro dell’area un pallone sul quale si avventa il “Toro” il quale, stretto tra Andreolli e Klavan, vola in alto sicuro per siglare il suo primo gol stagionale. L’ex Racing libera una gioia incontenibile.

Gli impegni ravvicinati di campionato e la partita in Champions di Eindhoven obbligano il tecnico Spalletti a dosare le energie in campo. Il tecnico escogita così un turn over giusto ed equilibrato. Aiutato da un Cagliari che si rivela, alla prova dei fatti, ben poca cosa. I rossoblu offrono una prova scialba e non si rivelano mai pericolosi.

La prima frazione gioco è aperta, come dicevamo, dalla prodezza di Martinez e poi proseguita dai giocatori interisti che comandano le operazioni. Il Cagliari sembra abulico e incapace di costruire una qualche azione che possa impensierire la retroguardia interista. Tradotto in dati reali l’Inter sfiora il secondo gol con Candreva sul finire del tempo mentre la reazione sarda si traduce in un pallone che Sau spedisce alto sopra la traversa di Handanovic.

Nel secondo tempo il copione non cambia. Il Cagliari non si vede quasi mai ma in compenso si nota il suo portiere Cragno, bravo ad intervenire una volta su Candreva e poi due volte su Politano.

Le emozioni sono davvero poche. Il Var interviene al 72’ per annullare un gol del centrocampista cagliaritano Dessena, reo di aver toccato, con il braccio, il pallone prima dell’esecuzione a rete. Le immagini, a tal proposito, sono chiare ed eloquenti. L’altro brivido è legato al raddoppio di Politano che al minuto 90 lascia partire una sberla al volo che accarezza il palo prima di finire la sua corsa in porta. Il tiro è premiante per la prestazione di un ragazzo che non si risparmia mai. Politano è, inoltre, il decimo marcatore stagionale, nel segno di una sempre più evidente e maggiore coralità rispetto al passato.

Amala!