Home La Settimana Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia di Inter-Bologna

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia di Inter-Bologna

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia di Inter-Bologna. Conte: “Vogliamo dare continuità al nostro percorso”.

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia di Inter-Bologna

Conte: “Vogliamo dare continuità al nostro percorso”

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla vigilia di Inter-Bologna. Conte: “Vogliamo dare continuità al nostro percorso”.

Appuntamento al Meazza domani per l’Inter, che ospita il Bologna nella gara valida per la decima giornata di campionato con fischio d’inizio alle 20.45. Alla vigilia della sfida Antonio Conte in conferenza stampa, ha risposto alle domande dei giornalisti collegati.

Cosa l’ha reso più orgoglioso della squadra?

Che ci siamo tappati le orecchie e abbiamo pensato esclusivamente a giocare e a cercare di fare il nostro meglio.

Qual è la difficoltà maggiore in una settimana così? Con partite importanti, tanta stanchezza ma anche adrenalina per il risultato ottenuto?

Il discorso della stanchezza è inevitabile, abbiamo giocato quattro partite in 11 giorni, ora per il Bologna rispetto alle altre partite abbiamo avuto un giorno in più per recuperare. Sicuramente questa è la difficoltà maggiore, dover giocare tutte partite importanti e decisive ed avere poco tempo per prepararle e per recuperare le energie.

Inter-Bologna in casa l’anno scorso è stata una sconfitta pesante.

Abbiamo perso la partita in una maniera incredibile, vincevamo per 1-0 una partita dominata, poi l’espulsione da parte loro, il rigore sbagliato e i due gol presi in contropiede in 10 contro 11. È stata una partita che mi ha fatto arrabbiare molto a cui è difficile dare una spiegazione. Il Bologna è una squadra che gioca, determinata, forte, ha buoni ritmi e ha avuto una settimana di tempo per preparare una sfida in cui si alza il livello di guardia. Dobbiamo fare attenzione ma vogliamo dare continuità al nostro percorso.

Nelle prime quattro partite in casa l’Inter è andata sotto nel punteggio. Come si può evitare?

Se le statistiche dicono questo dovremmo essere più bravi anche se oggi parlare di casa e trasferta è difficile perché non ci sono i tifosi, casa è il nostro stadio ma l’ambiente è diverso. Detto questo cercheremo di migliorare anche in questo.

Nelle ultime due partite la squadra ha mostrato un grado di concentrazione massimale rispetto a prima. Può essere più importante del resto?

Il risultato finale ovviamente condiziona i giudizi. Detto questo cerchiamo di migliorare in tutto, dall’organizzazione tattica allo spirito, l’approccio, la gestione, noi lavoriamo per migliorare sempre.

Nainggolan ha recuperato?

Non ha recuperato quindi non è a disposizione per il Bologna.

Sensi ha l’opportunità di giocare dal primo minuto? Ti aspettavi questa crescita da Barella?

Anche Barella come tutta la squadra deve migliorare, sa benissimo che ha dei margini di miglioramento e sa dove deve lavorare e che lo può fare benissimo anche perché è molto giovane. Rimanendo umili e sapendo che il lavoro è il l’unico modo per crescere, lui ha margini importanti. Sensi non è pronto.

In un campionato così equilibrato il lavoro potrebbe fare la differenza. Anche dal punto di vista fisico?

Dal punto di vista fisico bisogna essere bravi a calibrare i momenti in cui poter lavorare, se si gioca ogni 3 giorni è più difficile trovare degli spazi per farlo. Noi ci auguriamo di giocare ogni 3 giorni perché significa andare avanti nelle competizioni ma dovremo essere bravi a calibrare il lavoro dal punto di vista fisico e i momenti e lo spazio tra una partita e l’altra per recuperare.

Fonte: sito ufficiale F.C. Internazionale.