Inter – Tottenham 2 – 1, la conferenza stampa di Luciano Spalletti

Come d’obbligo in Champions Spalletti si presenta in conferenza stampa

Luciano Spalletti, si presenta in sala stampa per commentare l’esito dell’incontro di Champions League contro il Tottenham.

Possiamo definirla una vittoria stroardinariamente importante per come è venuta, anche se per qualificarsi serve crescere e il primo passo è stata la reazione finale?

“Una vittoria così, dopo aver ribaltato il risultato, ti lascia molta convinzione addosso nel credere nelle nostre potenzialità in futuro. Ci siamo arrivati con diversi problemi, ma i ragazzi hanno trovato un equilibrio dallo stare sempre in campo a parte dopo il gol preso e questo è un dato di fatto importante; siamo sulla strada giusta”.

Ci sono novità su Lautaro Martinez?

“Dobbiamo valutare, ha fatto allenamenti con la palla. Vedremo”.

A Icardi sono arrivati una quindicina di palle, tre giocabili e non giocabili. Il fatto che i compagni lo cercano poco è un problema che deve risolvere lei mister. o è lui che deve mettersi in condizioni di essere trovato nelle giuste posizioni?

“Bisogna venirsi incontro, bisogna trovare l’uomo che va a palleggiare tra lui e Nainggolan, perché lì si crea sostanzialmente il problema. Radjha fatto tutta la preparazione da infortunato, vincere queste partite è la cosa che fa la differenza”.

Dopo il gol di Icardi la squadra è andata a vincere la partita. Serviva un episodio per accendere la squadra?

“La vittoria l’abbiamo cercata sempre, il torneo però è solo alla prima gara, ora dobbiamo giocare tutte le gare per 95 minuti con quell’equilibrio e quell’atteggiamento che abbiamo trovato stasera. Icardi ha fatto un gol bellissimo ed importantissimo, però non si era fatto trovare molto nell’azione. Capita che ci metta poi qualcosa di suo, ma è normale”.

Vecino rimane a lungo in ombra poi di colpo si accende con falcate incredibili. Cosa gli manca per farlo più volte?

“Credo che tutti debbano fare qualcosa in più e migliorarsi. Lui ha nel DNA questo tipo di giocate da mezzala che si inserisce, spesso riesce a giocare in questo modo con facilità perché fa parte del suo bagaglio tecnico e tattico, oltre ad avere la fisicità per portare questo tipo di inserimenti verso la porta avversaria.”

 La squadra ha avuto una reazione furibonda dopo il gol degli inglesi, può essere la gara che ha cementato il gruppo?

“Penso proprio di si. La reazione subito dopo il gol è quello che il pubblico vuole vedere, diventa il nostro primo difensore. Se il pubblico lo fa con continuità è la chiave che può fare la differenza per riprendere posizioni”:

Lo spazio dietro gli attaccanti che rimane che va sfruttato meglio?

“Quando Icardi vede che i calciatori si accentrano davanti al portiere lui si defila spesso, come magari al derby: lascia fare la guerra agli altri e sa dove può venire la palla, anche se oggi Asamoah lo ha trovato direttamente. Ma lui ha fatto la corsa a schiacciare e ha visto che tutti hanno fatto la corsa ad abbassarsi” “sulla linea del portiere. Lo fa spesso, appena non lo guardi ti attacca lo spazio poi quello spazio che vuole attaccare non lo attacca perché sa che ci arriva il difensore. Lo fa bene, deve farlo di più. Non sono d’accordo nel dire che gli altri abbiano meritato di più fino al gol, in alcuni elementi siamo stati al di sotto di” “quanto preparato e potevamo chiudere meglio in alcune fasi di gioco. Direi che a Skriniar vanno fatti i complimenti per aver assorbito le proiezioni di due velocisti senza soffrire, ed era fuoriruolo. Considerando il fatto che la squadra aveva delle defezioni oggi ha fatto una grande vittoria contro una grande squadra” “che gioca un buon calcio. Il Tottenham è stata una delle migliori squadre, a quest’Inter vanno fatti i complimenti”. – Ndr: chiosa del Mister non udita e ripresa da FC Inter news –