Home La Settimana Inter-Sassuolo 2-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

Inter-Sassuolo 2-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

Inter-Sassuolo 2-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri. La decima vittoria avvia il conto alla rovescia per lo scudetto. Conte oramai vince con il pilota automatico, senza che far sprecare energie alla squadra.

Inter-Sassuolo 2-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri

La decima vittoria avvia il conto alla rovescia per lo scudetto. Conte oramai vince con il pilota automatico, senza che far sprecare energie alla squadra.

Inter-Sassuolo 2-1, breve commento e pagelle dei nerazzurri. La decima vittoria avvia il conto alla rovescia per lo scudetto. Conte oramai vince con il pilota automatico, senza che far sprecare energie alla squadra.

 L’Inter vince le prime dieci del girone di ritorno come nessuno mai aveva fatto nell’era dei 3 punti e mette un altro mattone fondamentale nella corsa verso lo scudetto. La squadra segna nei momenti cruciali e gestisce, risparmiando le energie. La vittoria della maturità. Non c’è solo il gigante Lukaku, ma anche i movimenti affilati di Lautaro Martinez, le ripartenze di Barella, i cambi di gioco che spesso vanno a pescare l’ottimo Young, l’autore dell’assist dell’1-0. Le ombre all’inizio della ripresa, quando la squadra si abbassa troppo e quasi rinuncia a giocare. Il Sassuolo si accontenta di vincere la sfida del possesso palla, intorno al 70 per cento, ma il gol lo trova troppo tardi, con Traorè, e nel finale rischia di subire il 3-1, fallito due volte dall’Inter, prima con Sanchez e poi con Hakimi.

Le valutazioni della prestazione dei “nerazzurri”:

Handanovic: 6. Poco impegnato, un paio di un paio di interventi di ordinaria amministrazione, parate facili.

Skriniar: 7; partita giocata in scioltezza, non soffre mai. Il recupero su Boga è di alta scuola

De Vrij: 6,5; il Sassuolo non entra mai in area. Ma rischiare il rigore per un tiro di maglia a Raspadori va evitato.

Darmian: 6,5; un jolly che fa sempre la sua buona figura. Sempre in anticipo su tutti.

Hakimi: 5-; il momento di involuzione continua. Non scende mai. Regala la palla del gol al Sassuolo, spreca un paio di occasioni e fallisce il 3-1.

Barella: 6; pochi assalti, ma tanti lanci tra cui quello che innesca l’azione del raddoppio. Ammonito salta il match contro il suo Cagliari.

5,5 Eriksen: la prestazone del danese è piatta. Non sciupa né produce.

Gagliardini 5; preso in mezzo dal palleggio del Sassuolo: spesso arranca.

Young 7; sta tornando il giocatore dei giorni migliori. Appoggia sulla testa di Lukaku l’assist giusto. Scende in fascia e taglia dentro con grande facilità.

Lukaku: 7,5; al solito totalizzante. Sblocca il match con il 21° gol in campionato, poi lo chiude regalando l’assist giusto. Spesso travolgente.

Lautaro: 7; segna la rete numero 15: è il suo nuovo record in serie A. Un altro match da attaccante totale.

Sensi: 5+; quando entra non si inventa nulla, serve tempo per rivederlo ai suoi livelli.

Vecino: 5; c’è ruggine da tirar via.

Sanchez: 6-; con Lukaku e Lautaro in queste condizioni fatica a trovare spazio. Se poi si mangia pure un gol facile e sbaglia un assist semplice…

Conte: 8; la decima vittoria avvia il conto alla rovescia per lo scudetto. L’Inter oramai vince con il pilota automatico e sa gestire se stessa.

Fonte Corriere della sera, siamo d’accordo sul commento, qualche piccola differenza nella valutazioni, tutto sommato ottimo commento e buone le valutazioni.