Home La Settimana Inter-Sampdoria 2-1 breve commento della gara

Inter-Sampdoria 2-1 breve commento della gara

I nerazzurri si impongono di misura a San Siro grazie a un gran primo tempo, chiuso in doppio vantaggio.

Inter-Sampdoria 2-1 breve commento della gara

I nerazzurri si impongono di misura a San Siro grazie a un gran primo tempo, chiuso in doppio vantaggio.

Inter-Sampdoria 2-1 breve commento della gara. Antonio Conte alla vigilia aveva chiesto ai ragazzi una vittoria per accorciare in classifica su Lazio e Juventus . E la vittoria è arrivata. L’Inter gioca un buonissimo  primo tempo, mettendo spesso in difficoltà la retroguardia doriana, arriva al gol con Lukaku, grazie ad un’azione strepitosa e ad una magia di Eriksen che con un passaggio di gran classe mette Lukaku in condizione di appoggiare palla nella rete di Audero e raddoppia con un’azione simile con Lautaro. Tra fine primo tempo e inizio ripresa Lukaku si divora il gol del 3-0, che avrebbe chiuso i giochi, purtroppo sciabatta a lato con il piattone un gol più difficile da sbagliare che fare.

A questo punto della gara Conte abbassa la squadra, che pare leggermente calata, di una ventina di metri, per costringere la Samp ad uscire e tentare di chiudere la gara in ripartenza.

Poi la Samp, apparentemente arrivata a San Siro quasi scoraggiata, si rianima nella ripresa e accorcia a sorpresa con Thorsby, che mette in rete in modo assai rocambolesca. Ma il sogno della rimonta rimane tale. Bene Eriksen, che pare in crescita, Candreva e Lautaro.

Le sostituzioni non portano grossi benefici ai nerazzurri: gli esterni Moses e Biraghi ne fanno poche giuste, Conte infila in campo anche Sanchez e Borja Valero, evanescente il cileno, solido lo spagnolo, capace di dirigere la squadra, guidare il giropalla a suo piacimento… L’Inter on cerca più di arrotondare il risultato, la Samp cala e non è difficile portare a casa i 3 punti. Prossima Sassuolo-Inter.