Home La Settimana Inter-Milan 1-2, gara diretta, orchestata e chiusa da Ibrahimovic, le pagelle

Inter-Milan 1-2, gara diretta, orchestata e chiusa da Ibrahimovic, le pagelle

Inter sotto tono, tenta la rimonta, sbaglia molto in  tutti i reparti, soprattutto in fase offensiva, dove spreca di tutto e di più.

Inter-Milan 1-2, una gara diretta, orchestrata e chiusa da Ibrahimovic le pagelle

Inter sotto tono, tenta la rimonta, sbaglia molto in  tutti i reparti, soprattutto in fase offensiva, dove spreca di tutto e di più.

Inter-Milan 1-2, gara diretta, orchestrata e chiusa da Ibrahimovic. Le pagelle dei nerazzurri:

Handanovic: 6: Kolarov atterra Ibra in area, Handanovic respinge il rigore di Zlatan, ma la palla torna allo  svedese che ribadisce in gol. Passano 4 minuti circa, Leao mette in mezzo, ancora Kolarov, stavolta piazzato come peggio non avrebbe potuto, non può fare nulla per impedire ancora ad Ibra di calciare a colpo sicuro nella porta di Handanovic la palla dello 0 a 2. Siamo intorno al quarto d’ora del primo tempo, un’Inter in palla avrebbe tutto il tempo per raddrizzare la partita… specie dopo che al 19° Lukaku ha accorciato le distanze sull’1 a 2. Spernza vana!

D’Ambrosio 5: Leao se lo beve in occasione del secondo gol di  di Ibrahimovic, agevolato anche dall’allegra marcatura di Kolarov sullo svedese. Danilo è parso fuori fase come l’intero reparto difensivo.

De Vrij: 5,5  l movimenti della fase offensiva di Milan lo mandano spesso in confusione e commette alcuni errori di ingenuità, che raramente gli vediamo commettere, finisce per macchiare la sua prestazione, che non raggiunge nemmeno lontanamente la sufficienza.

Kolarov 4/5: Causa il calcio di rigore commettendo un netto e ingenuo fallo su Zlatan e occupa una zona inutile sull’azione del secondo gol. Guadagna un mezzo punto in pagella per aver accompagnato l’azione del gol con passaggio a Perisic, per il resto poco incisivo e lontano dal cuore della partita.

Hakimi 6/5: Il più attivo e grintoso tra i suoi compagni, sforna cross tesi e calibrati per i compagni spesso non raccolti. Nella ripresa illumina il gioco con spunti da applausi, sfiora il pari di testa in tuffo.

Vidal 6: Prova ordinata, purtroppo ma non riesce a incidere come ci si aspetta da lui. Forma e concretezza da rivedere. Dall’83’ Sanchez SV,

Brozovic 4/5: Irritante, non riesce a entrare nel vivo del gioco nerazzurro. Derby anonimo per lui, condito dall’ammonizione.

Dal 66’ Eriksen 5,5:Ancora lasciato fuori dalla formazione titolare, ha voglia di dimostrare quanto Conte debba affidarsi maggiormente a lui ma fallisce.

Perisic 6-: Serve a Lukaku il cross basso che vale l’1-2, è colpevolmente in ritardo e mal posizionato quando il compagno vuole ricambiare il favore. Pero il resto poco più che anonimo.

Barella 6,5: Prova a colpire Donnarumma più volte, senza fortuna, fermato spesso con le cattive dai rossoneri che non riescono a contenere i suoi lampi. Lottatore di qualità che corre tantissimo e chiude il match stremato.

Lautaro 6: Ottimo primo tempo, si gira e fa quello che vuole cercando sempre il suo sparring partner: il piede è bollente e Donnarumma sa di avere di fronte un cliente scomodissimo. Si spegne nella ripresa.

Lukaku 6,5: Accorcia le distanze poco prima della mezzora: tre gol in tre derby consecutivi per Romelu, che si carica i suoi sulle spalle e li incoraggia come un vero leader.

All. Conte 6: Schiera una formazione obbligata ma chi poteva incidere non è mancato, vedi Lukaku. Concede mezzora a Eriksen e poco più, una sconfitta che però non può e non deve essere giustificata dalla sola rosa risicata. L’Inter ha ancora problemi da mettere a fuoco

Voto squadra? lo daremo dopo la prima di champions, okay?