Coppa Italia TIM Inter sconfitta ai rigori e Lazio in semifinale

Le note di una gara molto strana...

Le note di una gara molto strana…

Coppa Italia TIM Inter sconfitta ai rigori e Lazio in semifinale

Ecco le note di gara riprese dal sito ufficiale F.C. Internazionale, solitamente chiaro e leale.

MILANO – Si ferma ai quarti di finale il cammino dell’Inter in Coppa Italia. Al termine di una sfida infinita, chiusa sull’1 a 1 in virtù dei gol nel secondo tempo supplementare di Immobile e di Icardi (penalty trasformato addirittura al 125′), la Lazio strappa ai calci di rigore il pass per le semifinali della competizione.

Nei primi minuti di gioco sono gli ospiti a mantenere maggiormente il controllo del possesso palla, ma il primo tentativo offensivo degno di nota è dell’Inter: al 15′ Gagliardini recupera la sfera a metà campo e avvia l’azione nerazzurra, conclusa da Brozovic con un destro al volo dal limite dell’area potente ma impreciso. Al 20′ ci prova Correa con un destro a giro dall’interno dell’area interista, respinto col corpo da Miranda. Due buone occasioni per la Lazio attorno alla mezz’ora: Handanovic deve opporsi in due tempi al piatto destro di Luis Alberto sul cross di Correa e poi coi piedi alla girata ravvicinata di Immobile. Biancocelesti ancora in avanti al minuto 33: cross tagliato di Luis Alberto dalla sinistra e colpo di testa di Milinkovic-Savic che termina sul fondo. Nei minuti finali della prima frazione, i padroni di casa riescono ad allentare la pressione dell’avversario e ad alzare il baricentro, senza tuttavia riuscire a creare veri pericoli dalle parti di Strakosha: si va così al riposo senza recupero e col risultato ancora fermo sullo 0 a 0.

Al rientro dagli spogliatoi, Spalletti manda subito in campo Vecino al posto di Gagliardini. Al 49′ Candreva serve in aria Joao Mario che non riesce a trovare il tempo per concludere, consentendo il recupero di Acerbi. Due minuti più tardi è il neoentrato Vecino a provarci con un potente destro dalla distanza, potente ma fuori dallo specchio. Rispondono subito i biancocelesti: morbido destro a giro di Luis Alberto, Handanovic alza sopra la traversa. La partita è vivacissima in questa fase: al 58′ Immobile appoggia per Milinkovic-Savic, il cui piatto destro di prima intenzione viene bloccato da un attento Handanovic. Occasione enorme per l’Inter al 62′: Strakosha respinge con difficoltà il destro dai venti metri di Joao Mario, sul tap-in da pochi passi Candreva non riesce a indirizzare verso la porta. Sull’azione seguente, Handanovic respinge il violento destro di Immobile, poco dopo è ancora Candreva protagonista con una bella azione personale, conclusa con un destro fuori di poco. Al 76′ Vecino mette alto di testa sul cross di Politano, prima che Spalletti mandi in campo anche Lautaro Martinez al posto di Joao Mario. Nei minuti finali succede di tutto: a cavallo del 90′ Handanovic è letteralmente miracoloso in due occasioni, su Caicedo (appena subentrato a Correa) e su Immobile, poi in pieno recupero è Strakosha a rispondere alla grande sul sinistro sottomisura di Politano, con Lautaro che non riesce a ribadire in rete dall’interno dell’area piccola. Arriva il triplice fischio: reti inviolate nonostante le tante occasioni, si va ai supplementari.

Il duello prosegue, colpo su colpo, anche nell’extra time. Al 93′ Icardi di testa chiama Strakosha all’intervento in tuffo, mentre al 94′ Handanovic risponde ancora presente sul tentativo mancino di Caicedo. All’inizio del secondo tempo supplementare, Spalletti sceglie di giocarsi i due cambi ancora a disposizione: dentro Nainggolan e l’esordiente Cedric, fuori Politano e Candreva. Al minuto 108, però, ecco il gol dei laziali: Immobile scambia con Caicedo e calcia con l’interno destro, trovando la sfortunata deviazione di D’Ambrosio che stavolta non lascia scampo ad Handanovic. L’Inter cerca di reagire con un destro dal limite di Nainggolan al 113′, che termina tuttavia alto sopra la traversa della porta di Strakosha. Quella di San Siro è però una serata infinita: al 122′ Milinkovic-Savic stende D’Ambrosio, il direttore di gara concede prima la punizione dal limite e poi, su segnalazione del VAR, indica il dischetto. E’ il minuto 125 quando Icardi si incarica dell’esecuzione: Strakosha intuisce ma non può nulla, è 1 a 1. Si va dunque ai calci di rigore: un finale drammatico per una serata drammatica.

La lotteria dei penalty premia la squadra di Simone Inzaghi: segnano BrozovicIcardi e CedricHandanovic para il rigore di Durmisi, ma gli errori di Lautaro Martinez e Nainggolan condannano i nerazzurri all’eliminazione e mandano la Lazio in semifinale.

Ora bisogna immediatamente rialzare la testa: domenica a San Siro arriva il Bologna per la 22^ giornata di campionato, una partita da vincere per ripartire.

Sempre #ForzaInter!

INTER-LAZIO 4-5 d.c.r.
Marcatori: 108′ Immobile (L), 125′ rig. Icardi (I)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 23 Miranda, 18 Asamoah; 5 Gagliardini (46′ 8 Vecino), 77 Brozovic, 15 Joao Mario (81′ 10 Lautaro); 16 Politano (106′ 21 Cedric), 9 Icardi, 87 Candreva (106′ 14 Nainggolan)
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 13 Ranocchia, 20 Borja Valero, 29 Dalbert, 44 Perisic, 74 Salcedo
Allenatore: Luciano Spalletti

LAZIO: 1 Strakosha; 13 Wallace (70′ 15 Bastos), 33 Acerbi, 26 Radu; 77 Marusic, 21 Milinkovic-Savic, 6 Leiva, 19 Lulic (80′ 14 Durmisi); 11 Correa (88′ 20 Caicedo), 10 Luis Alberto (101′ 16 Parolo); 17 Immobile
A disposizione: 23 Guerrieri, 24 Proto, 7 Berisha, 25 Badelj, 28 Kalaj, 30 Neto, 98 Zitelli
Allenatore: Simone Inzaghi

Ammoniti: Gagliardini (I), Wallace (L), Radu (L), Vecino (I), Marusic (L), Milinkovic-Savic (L), Immobile (L), Brozovic (I), Asamoah (I)

Espulso: Radu (L) per proteste al 122′

Recupero: 0′ + 4′ + 1′ + 5′

Arbitro: Abisso
Assistenti: Vuoto, Manganelli
IV uomo: Calvarese
Addetti VAR: Banti, Vivenzi