Home La Settimana Conte: “Ci aspetta una gara ad alto indice di difficoltà ma arriviamo...

Conte: “Ci aspetta una gara ad alto indice di difficoltà ma arriviamo con il giusto entusiasmo”

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della partita contro la Roma

Conte: “Ci aspetta una gara ad alto indice di difficoltà ma arriviamo con il giusto entusiasmo

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della partita contro la Roma

Conte: “Ci aspetta una gara ad alto indice di difficoltà ma arriviamo con il giusto entusiasmo”. L’Inter si prepara ad affrontare la seconda trasferta settimanale. Dopo il successo di Ferrara contro la Spal, i nerazzurri sfideranno la Roma nella gara di domenica 19 luglio alle 21.45 allo stadio Olimpico. Alla vigilia del match le parole di Antonio Conte sulla partita e sulla squadra di Fonseca: “Stiamo parlando di una formazione attrezzata, di una rosa con un ottimo organico e di un bravo allenatore. È una partita ad alto indice di difficoltà che arriva dopo aver giocato una gara 2 giorni prima contro la Spal in trasferta, quindi un viaggio e un giorno in meno di recupero ma di positivo da parte nostra c’è l’entusiasmo di vedere riconosciuto il lavoro che è stato fatto”.

Sulla situazione dei reparti di attacco e centrocampo e gli infortuni: “Questa è una contingenza che purtroppo abbiamo avuto da inizio campionato con l’infortunio grave alla caviglia di Sanchez che ci ha privato di questo giocatore per 4-5 mesi, anche in mezzo al campo purtroppo è stata un’annata un po’ tormentata per via di infortuni anche ripetuti. Penso a Sensi, che è un giocatore che abbiamo avuto pochissimo tempo o agli infortuni traumatici di Gagliardini e Barella, Vecino che ha sempre questo problema al ginocchio. Sono stati due reparti che mi e ci hanno fatto soffrire ma guardando al bicchiere mezzo pieno chi ha giocato ha dato e sta dando delle risposte importanti, mi riferisco a gente come Gagliardini, lo stesso Brozovic, Borja Valero, poi stiamo integrando Eriksen, penso che ci siano cose positive”.

Infine la Roma di Fonseca, una formazione con diversi punti di forza: “Hanno cambiato un po’ il loro sistema tattico, prima utilizzavano questo 4-2-3-1, ora invece stanno utilizzando la difesa a 3 con due trequartisti dietro Dzeko che è un punto di riferimento importante. Poi c’è Mkhitaryan che proviene dal Manchester United e ha ritrovato lo smalto dei vecchi tempi, Pellegrini che sta facendo bene, esterni come Spinazzola e Zappacosta che io ho avuto al Chelsea, è una buona squadra con una buona rosa. Anche in mezzo al campo Veretout e Diawara danno continuità, qualità e quantità, è una buonissima squadra che è partita per giocarsi un campionato importante, quindi bisognerà fare grande attenzione”.

Fonte del testo: sito ufficiale F.C. Internazionale