Brozovic diventa Epic e castiga la Samp al 94’

Epic Brozo? E andiamo ragazzi!

L’Inter sembra averci preso gusto. Sì, perché anche contro la Sampdoria, come già accaduto contro il Tottenham, la vittoria arriva nei minuti di recupero.

D’incanto l’Inter rispolvera la zona cesarini e regala ai propri tifosi un altro finale da brivido. Questa volta è Brozovic a piazzare il tiro vincente contro una Samp brava nel controllare i nerazzurri e a fermare Icardi. Il cuore dei tifosi interisti è ancora una volta messo alla prova da una squadra che sembra aver scacciato quei fantasmi che avevano preso vita dopo le prime uscite in campionato. Così quando il croato scarica, al minuto 94, la palla del vantaggio alle spalle del bravo Audero è come assistere all’esecuzione di una sentenza buona e giusta.

Il Var, tecnologia di cui ultimamente si erano quasi perse le tracce, entra in scena in modo decisivo al Luigi Ferraris per annullare due gol dell’Inter, rispettivamente di Nainggolan nel primo tempo e di Asamoah nel finale della partita. La tecnologia è severa ma resta anche la sensazione di una sfortuna che ama seguire e perseguitare la formazione interista.

Il primo tempo vede più l’intraprendenza della squadra genovese almeno nella prima mezz’ora. L’Inter non corre grossi rischi e la difesa appare impeccabile. Nell’ultimo quarto d’ora  è brava a sfruttare un evidente calo fisico della squadra ligure così da rendersi pericolosa in un paio di occasioni. La gioia, in particolare, per il gol di Nainggolan, al 43’ della prima frazione di gioco, rimane strozzata in gola perché il Var è impietoso e rileva un millimetrico fuorigioco di D’Ambrosio all’inizio dell’azione.

La seconda frazione di gioco prosegue sulla falsariga del finale del primo tempo. Giampaolo opera qualche cambio per cercare di conferire maggior vigore fisico alla sua squadra ma è l’Inter che conserva il comando delle operazioni. Spalletti risponde con Perisic al posto di Politano. Candreva colpisce un palo e poi chiama Audero ad una non facile parata su un suo tiro al volo.

Gli ultimi minuti della gara sono poi caratterizzati da una girandola di emozioni. Prima il gol di Asamoah al 42’ che il Var annulla perché il cross di D’Ambrosio era partito fuori; poi Defrel segna il vantaggio doriano ma il gol viene annullato. Per arrivare alla rete di Brozovic, abile a castigare i liguri e regalare tre punti alla sua squadra.

Amala!