Home In primo piano Zhang non ha intenzione di cedere, l’Inter non è in vendita

Zhang non ha intenzione di cedere, l’Inter non è in vendita

Zhang non ha intenzione di cedere, l'Inter non è in vendita. Ritorniamo ai nostri articoli di gennaio e di marzo quando i vertici finanziari del gruppo SUNING stavano dragando il mercato dei capitali con l'obiettivo di risolvere la situazione eco-fin dell'Inter.

Zhang non ha intenzione di cedere, l’Inter non è in vendita

Ritorniamo ai nostri articoli di gennaio e di marzo quando i vertici finanziari del gruppo SUNING stavano dragando il mercato dei capitali con l’obiettivo di risolvere la situazione eco-fin dell’Inter.

Zhang non ha intenzione di cedere, l’Inter non è in vendita. Ritorniamo ai nostri articoli di gennaio e di marzo quando i vertici finanziari del gruppo SUNING stavano dragando il mercato dei capitali con l’obiettivo di risolvere la situazione eco-fin dell’Inter.

Fin dal giorno della approvazione del bilancio di F.C. Internazionale S.p.A. da parte del CDA, i rumors che trapelavano lasciavano capire che la situazione era assai problematica. Nel nostro articolo articolo del 22 gennaio iniziammo a parlare di SPAC, Spunta Interspac: la cordata vip vuole entrare nel club,holding creata nel luglio 2018 da un gruppo di tifosi dell’Inter capitanati dall’economista Carlo Cottarelli (già commissario per la revisione della spesa pubblica e presidente incaricato prima della formazione del governo Conte) e formata da manager di primo piano della finanza italiana, punta l’ingresso nel club nerazzurro con una quota di minoranza della società. Il 23 febbraio, al momento della presentazione del bilancio Consolidato Inter 2019/20: perdita per 102,39 milioni, (link) avevamo chiaramente spiegato dettagliatamente ed in vari punti fatto notare, che la situazione eco-fin della nostra amata squadra era decisamente problematica ed andammo a chiudere l’articolo sintetizzando la chiosa esprimendo un chiaro concetto: ” oltre la perdita per € 102,39 milioni, i numeri evidenziavano inoltre un “rilevante” fabbisogno finanziario. Risultato articolo letto da 6 persone e commentato con un solo lettore telefonicamente un articolo certamente molto tecnico, ma abbastanza comprensibile.

Il 26 marzo nel nostro articolo Il punto sulla situazione “cessione Inter” abbiamo preannunciato la definitiva chiusura della trattativa con BC Partners e sarebbero state seguite strade diverse. Spiegammo che si “trattava certamente di operazione complessa…, che non mancavano idee concrete per sistemare la necessità assoluta di risorse finanziarie per fine stagione, per rifinanziare il bond da 375 milioni e Suning è sicuramente un gruppo solido in grado di risolvere i problemi. I meccanismi e le vie di uscita esistono, se ne parlerà presto. Parlammo inoltre di un ammorbidimento del Governo Cinese, concludendo che la situazione Inter si stava rasserenando.

Ovviamente avevamo le nostre fonti di informazione, non era possibile “sputtanare” tutti i meccanismi dell’operazione, come non è possibile farlo ora, non ci interessano i sensazionalismi, ci interessa l’Inter.

I dettagli li comunicherà a suo tempo la società, per ora possiamo dire che tutto si sta muovendo secondo logica e l’obiettivo è chiaro, c’è ancora molto lavoro da fare… A presto!