Home In primo piano Italia campione d’Europa, Londra 11 luglio 2021

Italia campione d’Europa, Londra 11 luglio 2021

Italia campione d'Europa, Londra 11 luglio 2021. Le pagelle dei campioni d'Europa.

Italia campione d’Europa, Londra 11 luglio 2021

Le pagelle dei campioni d’Europa

Italia campione d’Europa, Londra 11 luglio 2021. Le pagelle dei campioni d’Europa.

La finalissima a Wembley tra Italia e Inghilterra viene risolta ai rigori con la vittoria dell’Italia. Decisivo Donnarumma.

DONNARUMMA 10(o cento?) – Non può nulla sul tiro al volo di Shaw. Per il resto, gioca con la solita personalità del veterano consumato. Ai rigori diventa Superman. Certezza assoluta.

DI LORENZO 6,5 – Sull’azione del gol non riesce a recuperare su Shaw. Fa fatica a trovare l’intesa con Chiesa. Anche nell’impostazione è poco lucido. In affanno. Il merito? Continua a impegnarsi al massimo. Cocciuto.

BONUCCI 8 – Prova a dare una mano in fase di impostazione ma va ad intermittenza. In fase difensiva, si arrangia come può. Poi, si trasforma in goleador per la gioia del popolo azzurro.

CHIELLINI 8 – Solita fisicità e tanta garra. Lotta come un leone e non smette mai di incitare i compagni. Il gladiatore azzurro non teme nessuno e si porta sulle spalle tutta la Nazionale. Immarcescibile.

EMERSON 7 – Cerca di dare profondità al gioco azzurro. Nella ripresa, gioca come attaccante aggiunto e mette in difficoltà le certezze inglesi (12′ 2ts Florenzi 6: esperienza al servizio della squadra).

BARELLA 6 – Meno brillante rispetto ad altre uscite. Fatica a trovare il modo di rendersi pericoloso. L’impegno è lodevole, i risultati non eccezionali. Batteria scarica, sostituito anche perchè ammonito (9′ st Cristante 6,5: porta fisicità e sostanza).

JORGINHO 7 – Prova, in ogni modo, di portare tranquillità all’intero reparto. Si fa dare spesso la palla e non perde mai la palla. Bravo a mantenere la calma anche nei momenti più difficili del match. Metronomo.

VERRATTI 6,5 – Si prende tante responsabilità nel tentativo di scuotere gli azzurri dopo il gol a freddo. Mantiene la lucidità anche negli spazi strettissimi. Tatticamente eccelso (5′ 1ts Locatelli 6,5: ci mette cuore e gambe).

CHIESA 7,5 – L’unico a preoccupare i tifosi inglesi. La conclusione più pericolosa del primo tempo è sua. E’ l’uomo che manda in tilt l’Inghilterra. Punta sempre l’avversario e spesso lo salta. Indemoniato, lo ferma solo un infortunio (40′ st Bernardeschi 6: l’uomo di Mancini, ci prova, fa il suo).

IMMOBILE 5.5 – Chiude l’Europeo nel peggiore dei modi. Ancora in grande affanno, gioca impaurito e non fa quasi mai la scelta giusta. La difesa inglese lo controlla agevolmente. Fantasma (9′ st Berardi 6,5: porta vitalità in attacco, sfortunato su una conclusione al volo, Primo rigorista, perfetto).

INSIGNE 6,5 – Decisamente più nervoso del solito. Fa tutto quello che è in suo potere. Un paio di giocate importanti, poi più quantità che qualità, ma va bene così! Comunque sempre generoso. (1′ 1ts Belotti 5,5: combatte, polveri bagnate anche dagli 11 metri).

MANCINI 9 – Il sogno è realtà. La splendida impresa è stata completata. Cambia l’Italia in corsa. Indovina tutto e la cavalcata si conclude con un clamoroso trionfo.

Le immagini pubblicate su www.ilnerazzurro.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.

Fonte: Leggo

Translate »