Home Grande Calcio Grandi Squadre Le migliori squadre degli ultimi anni: il Leicester di Ranieri

Le migliori squadre degli ultimi anni: il Leicester di Ranieri

Le migliori squadre degli ultimi anni: il Leicester di Ranieri. Nessuno avrebbe mai pensato che un gruppo di giocatori semisconosciuti avrebbe dominato per una stagione intera la Premier League. Ma è successo ed è stata la più grande storia calcistica del decennio.

Le migliori squadre degli ultimi anni: il Leicester di Ranieri

Nessuno avrebbe mai pensato che un gruppo di giocatori semisconosciuti avrebbe dominato per una stagione intera la Premier League. Ma è successo ed è stata la più grande storia calcistica del decennio.

Le migliori squadre degli ultimi anni: il Leicester di Ranieri. Nessuno avrebbe mai pensato che un gruppo di giocatori semisconosciuti avrebbe dominato per una stagione intera la Premier League. Ma è successo ed è stata la più grande storia calcistica del decennio.

Il portiere Schmeichel respinge basso un pallone che il centrale Morgan rilancia fuori area e che Kanté intercetta prima che possa arrivare agli avversari. Il centrocampista francese lo appoggia al compagno di reparto Drinkwater che subito lancia largo a destra per Mahrez, che rientrando verso il campo passa in verticale per Vardy già partito dietro la linea difensiva. Vardy non deve neanche stoppare il pallone, prima che il portiere riesca a uscire calcia di prima a incrociare sul secondo palo.

Basta leggere quest’azione per rievocare il ricordo della stagione più assurda della storia della Premier League, quella in cui la squadra di Claudio Ranieri – che veniva pagata dai siti di scommesse 5000-1 ad inizio stagione – finisce per fare 81 punti, perdendo solo 3 partite (due con l’Arsenal e una col Liverpool) e alzando il trofeo con una doppia cifra di vantaggio sulle inseguitrici. Un calcio basato sul contropiede, nato dall’idea di avere prima di tutto una fase di difesa posizionale granitica nel 4-4-2 e poi sfruttare le connessioni tra giocatori.

Una squadra dall’anima estremamente verticale, che voleva arrivare col minor numero di passaggi possibili in area avversaria. Era francamente impossibile prevedere che con questa idea di gioco un gruppo di giocatori semisconosciuti ai più avrebbe dominato una stagione intera la Premier League. Ma è successo ed è stata la più grande storia calcistica del decennio.

Fonte Ultimo uomo.

Le immagini pubblicate su www.ilnerazzurro.it sono state reperite sul web e giudicate di pubblico dominio. Chiunque vanti diritti su di esse può contattarci per chiederne la rimozione.