Facciamo un po’ di chiarezza sulla destinazione di Mauro Icardi

Facciamo un po' di chiarezza sulla destinazione di Mauro Icardi

Mauro Icardi – Getty Image

Facciamo un po’ di chiarezza sulla destinazione di Mauro Icardi

Facciamo un po’ di chiarezza sulla destinazione di Mauro Icardi

 

Editoriali

Appare molto chiaro che Mauro Icardi, da tempo entrato in rotta di collisione con la società ed escluso dai progetti sia da Beppe Marotta, sia da Antonio Conte, che in conferenza stampa, ha apertamente dichiarato che al momento del suo arrivo i giochi per l’esclusione del bomber dai progetti.

Il primo punto da trattare è il trasferimento all’estero: possiamo confermarvi una notizia che da tempo conosciamo. Icardi ha rifiutato negli ultimi mesi offerte di tutto rispetto da alcuni dei più importanti club stranieri: Atletico Madrid, Real Madrid, PSG.

La ragione è molto semplice: per accordo divorzile tra Wanda Nara e Maxi Lopez, i figli di Wanda e Maxin non possono lasciare il territorio dello stato italiano, senza l’accordo dell’ex marito di Wanda ad integrare la sentenza di divorzio. Quindi inutile sciorinare stupidaggini che Icardi non ha proposte dall’estero.

In Italia esistono sono 3 squadre che possono accaparrarsi Icardi, sono sempre le stesse: la Juventus, il Napoli e la Roma, per le altre Icardi rimarrà un sogno.

La situazione della Juve è la più critica: allo stato dell’arte per avere Icardi la Juventus ha due sole strade, la prima è lo scambio tra Dybala ed Icardi, accompagnata da altra cessione di 1 o 2 giocatori, cessioni che possiamo quantificare in una cifra da 70 ed 80 milioni di Euro. Il FPF parla molto in merito molto chiaro ed in secondo luogo essendo la Juve società quotata in borsa dovrebbe rendere chiare spiegazioni all’organo di controllo delle società quotate in borsa. La storia di acquistare Mauro nelle ultime ore di mercato a prezzo stracciato è al momento una bubbola. La Juve dare prima dare un occhio ai suoi bilanci.

La Roma non blocca nulla: deve solo stare zitta e sottostare alle richieste dell’Inter: va bene Dzeko come contropartita tecnica, ma il conguaglio deve essere alzato intorno ai 50 mln. di Euro. Inutile che si parli di un nuovo aumento del prezzo di Dzeko per abbassare il conguaglio, inutile menare il can per l’aia con la storia di abbinare anche la cessione di Sebastiano Esposito. La Roma sta tirando la volata alla Juve, per consentirle di avere Icardi se non subito almeno nella sessione di gennaio, visto che il giocatore non può essere ceduto per 2 volte in una sessione di mercato. E’ Icardi che ha chiuso alla Roma, non il contrario.

Non resta che il Napoli: in questi giorni si sono infittite le conversazioni telefoniche tra Ancelotti ed il giocatore e tra Wanda e ADL. Il Napoli ha i danari per pagare ed ha una contropartita tecnica – un difensore di cui preferisco non fare il nome -. Ha la possibilità di pagare a Mauro un ingaggio principesco, ciò in relazione al fatto che il monte ingaggio dei partenopei è ancora capiente. Last but not least parteciperà alla prossima Champions League come squadra di seconda fascia. Aggiungiamo una notizia: Wanda ha già visionato una splendida casa per la famiglia Icardi a Posillipo e non stiamo inventando notizia.

Da parte nostra riteniamo che Icardi preferirebbe la Juve, l’Inter non disdegnerebbe lo scambio con Dybala, per via della faraonica plusvalenza, ma la Juve, ripetiamo, in questo momento è incagliata con le uscite.

Secondo voci autorevoli Icardi avrebbe aperto al Napoli e sarebbe la sua seconda scelta dopo la Juventus.

Non ci resta che attendere: nel caso in cui la Juve riesca a sbloccare la situazione Icardi partirebbe per Torino, in caso contrario i partenopei sarebbero i favoriti, per la Roma non c’è chiusura, ma solo da lavorare sulla parte cash.

Ci vorrà tempo ancora, ma Icardi è sicuro partente.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!
Print Friendly, PDF & Email