Icardi, a riposo per almeno sette giorni: Atalanta a rischio

ICARDIINFORTUNATO

Icardi, a riposo per almeno sette giorni: Atalanta a rischio

Il centravanti dell'Inter costretto a saltare la nazionale per infortunio.

 

Durante il match di ieri Naurito Icardi è stato costretto ad abbandonare il campo per un infortunio, prima diagnosi: problema "al tendine sinoviale con dolore al tendine rotuleo del ginocchio". Non c'è ancora certezza su quali siano le sue condizioni ma nelle prossime ore il calciatore si sottoporrà agli esami strumentali che potranno rendere più chiara la situazione. Dall'Argentina si parlò dell'infortunio già tempo addietro, poi qualche gol riportò la tranquillità. Nelle ultime 2 gare di campionato Mauro avrebbe palesato una condizione non perfetta e si è tornato a parlare vagamente dell'infortunio. Ora si parla chiaramente di infortunio. Riposo ed accertamenti strumentali. Già durante la conferenza stampa di ieri Spalletti aveva dichiarato come Icardi avesse avuto un colpo nel primo tempo che non gli ha permesso di giocare la partita al 100%. Icardi, infatti, ha avuto almeno tre palle gol nitide che in genere lui realizza anche facilmente mentre quest'oggi le ha sbagliate clamorosamente. La sosta potrebbe essere, mai come in questo caso, un fattore importante per permettere all'argentino di recuperare il massimo della forma. Il tecnico di Certaldo, comunque, resta in ansia per le condizioni di quello che, probabilmente insieme ad Ivan Perisic, è il giocatore più importante in rosa e, di conseguenza, praticamente impossibile da sostituire. Un infortunio per il quale al momento non vengono ipotizzati tempi di recupero, ma che sarebbe un grosso problema per la squadra intera. I tifosi attendono frementi.

 

IlnerazzurroLogo

Autore della notizia

Prev Inter - Torino 1 - 1: botta e risposta tra Falque ed Eder. Vecino, allo scadere, centra la traversa
Next Installazione nuovi servizi

Matmag Assistenza Informatica

Classifica Serie A offerta da Livescore.it

Classifica Campionato Italiano offerta da Livescore.it