Queens Park Rangers 1975-76

QPR7576

 

 

Nel 1926 adottò gli attuali colori sociali, bianco e blu.

 

Nel campionato 1947-48 gli Hoops vinsero per la prima volta la Third Division South, ma dopo soli due campionati in seconda divisione retrocessero nuovamente in Third Division dove rimasero fino al 1966. La squadra s’ impose comunque all'attenzione dell'Inghilterra vincendo nel 1967 la Coppa di Lega, battendo con una bella rimonta il più quotato West Bromwich nella finale unica di Wembley.

In quello stesso anno la squadra otterrà la promozione in Second Division e l'anno successivo conquisterà la prima promozione in First Division. La prima stagione, nella massima serie, del Queens Park Rangers culminò con una retrocessione. La squadra tornerà in First Division al termine della stagione 1972-73. Stan Bowles sarà un elemento cardine della squadra futura e nella stagione 1973-74, i giocatori Phil Parkers e Stan Bowles saranno convocati per la prima volta in nazionale. I Mavericks concluderanno all'ottavo posto e si prenderanno pure la soddisfazione di battere, a Londra, il Manchester di George Best Utd per 3-0.

Il campionato 1975-76 sarà invece la miglior stagione mai disputata dal Queens Park Rangers: Dave Sexton applica un gioco che ricalca quello del calcio totale. I Mavericks lotteranno fino all'ultima giornata per il titolo. Alla fine vincerà il Liverpool. Rimase un’annata storica coronata dalla qualificazione alla Coppa UEFA (verrà eliminato solo ai quarti di finale per mano dell’ Aek di Atene). Inoltre, Gerry Francis venne nominato capitano della nazionale inglese e furono convocati anche Dave Clement e Don Masson. L'epoca d'oro del Queens Park Rangers si concluse con la retrocessione nella stagione 1978-79.

Nella stagione 1982-83 la squadra riuscì a risalire in prima divisione, dove resterà fino al 1996. Per la stagione 1986-87, il presidente Jim Gregory, capace di portare la squadra dalla terza alla prima divisione, cedette il club a Marler Eastes, non prima di aver ingaggiato il portiere David Seaman e l'attaccante Les Ferdinand. Il suo progetto di fondere il club con lo storico rivale Fulham provocò una sollevazione da parte dei tifosi che costrinse il presidente a dimettersi e a cedere la squadra a David Bulstrode, che nel 1989 passerà, a sua volta, la mano a Kenny Sanson e David Bardsley.

Membro fondatore della FA Premier League, il Queen's Park Rangers incominciò ad accusare problemi finanziari già nella prima metà degli anni novanta. La squadra retrocesse e a Richard Thompson, proprietario della squadra, subentrò Chris Wright, proprietario della Chrysalis. Wright dette avvio ad una serie di operazioni finanziarie tra cui la possibilità per i tifosi di divenire azionisti.

La crisi economica della squadra si aggravò di anno in anno. Durante la stagione 2007-08 la squadra fu rilevata da Flavio Briatore, manager della scuderia automobilistica della Renault F1 e da Bernie Ecclestone patron della Formula 1, seguiti successivamente dal miliardario indiano Lakshmi Mittal. Costoro promisero subito gli investimenti necessari per riportare la squadra in massima divisione.

La stagione 2010-2011 inizia benissimo per la formazione allenata da Warnock. La squadra, trascinata da un ottimo Adel Taarabt, mette insieme ben 19 risultati utili consecutivi, a cavallo tra agosto e dicembre, prima di cadere sconfitta dal Watford. Questo inizio di stagione permette ai QPR di conquistare la vetta della classifica da cui non scenderanno più praticamente fino alla fine del campionato. Il Campionato si conclude così con la vittoria finale dei QPR con 88 punti. Dopo 15 anni di assenza, i Queens Park Rangers tornano in Premier League.

I QPR approdano in Premier League. Il magnate malaysiano Tony Fernandes, il 18 agosto 2011 e dopo una breve trattativa, rileva l'intero pacchetto di azioni della coppia Ecclestone/Briatore divenendo così l'azionista di maggioranza del club. Contestualmente Fernandes, già azionista di riferimento della compagnia aerea AirAsia, della casa automobilistica Caterham e del Team Lotus di Formula 1, assume la carica di Presidente della Queens Park Rangers. Il 10 gennaio 2012 l'allenatore Neil Warnock viene sostituito dal gallese Mark Hughes. La squadra riesce a salvarsi proprio all'ultima giornata.

La stagione 2012-2013 si rivelò essere altamente negativa, con la squadra costantemente bloccata sul fondo della classifica per la durata di tutto il campionato e retrocessa già alla terzultima giornata.

L'annata successiva la squadra di Harry Redknapp si piazza al quarto posto in Championship, qualificandosi quindi per i play-off. In semifinale gli Hoop eliminano il Wigan (0-0 all'andata e 2-1 al ritorno), raggiungendo la finale contro il Derby County. Qui il QPR s’impone per 1-0 grazie ad un gol di Bobby Zamora nel recupero, tornando così in Premier League dopo un solo anno.

Nella stagione 2014-2015 il QPR chiude il campionato all'ultimo posto con 30 punti...nuova retrocessione!

 

 

 

 

IlnerazzurroLogo 

Autore della notizia

Prev Le grandi squadre: il Torino di Gigi Radice
Next Le grandi squadre: Aston Villa il biennio d'oro 1981 e 1982

Matmag Assistenza Informatica