21^ Coppa del Mondo: le 32 squadre partecipanti, le grandi escluse e gli 8 gironi

MONDIALIRUSSIALOGO

 

 

Il lungo cammino verso i Mondiali 2018 è iniziato il 12 marzo 2015 e si è concluso il 15 novembre 2017. La fase di qualificazione ha coinvolto ben 208 nazionali, ma solo 32 hanno ottenuto il pass per volare in Russia: 26 squadre attraverso la qualificazione diretta; Svizzera, Croazia, Svezia, Danimarca, Perù e Australia solo dopo aver superato gli spareggi andata e ritorno dei Playoff.

 

Come da tradizione, anche le qualificazioni a Russia 2018 hanno riservato numerose sorprese tra new entry, ed esclusioni eccellenti. L’eliminazione più clamorosa è senza dubbio quella dell’Italia ad opera della Svezia. Gli Azzurri non fallivano la qualificazione alla fase finale di un Mondiale dal lontano 1958, ma non saranno gli unici big a dover fare da spettatori. Niente Coppa del Mondo per gli Stati Uniti dopo sette partecipazioni consecutive e nazionale a stelle e strisce da rifondare. Flop clamoroso anche per il Cile, vincitore delle ultime due edizioni della Coppa America, e per il Camerun, detentore della Coppa d’Africa. Tra le grandi assenti della vigilia figurano anche l’Olanda, la Grecia, la Turchia, il Ghana e la Costa d’Avorio. Tornano ai Mondiali dopo una lunga astinenza sia il Perù che l’Egitto, assenti rispettivamente da 36 e 28 anni, mentre Islanda e Panama saranno le uniche due nazionali esordienti.

Gli 8 gironi eliminatori dei Mondiali di Russia 2018 sorteggiati al Cremlino l’1 dicembre 2017:

Gruppo A: Russia, Arabia Saudita, Uruguay, Egitto;
Gruppo B: Portogallo, Spagna, Iran, Marocco;
Gruppo C: Francia, Perù, Danimarca, Australia;
Gruppo D: Argentina, Croazia, Islanda, Nigeria;
Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia;
Gruppo F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud;
Gruppo G: Belgio, Inghilterra, Tunisia, Panama;
Gruppo H: Polonia, Colombia, Senegal, Giappone.

Premi milionari e la prima volta della VAR al Mondiale

L’edizione russa dei Mondiali passerà alla storia come la più ricca di sempre. La FIFA ha infatti stanziato quasi 800 milioni di dollari per i contributi economici e i premi da distribuire fra le varie nazionali. Metà dei fondi servirà a coprire i costi per l’organizzazione e la gestione dell’evento. I restanti 400 milioni verranno invece suddivisi tra le 32 squadre partecipanti: si va dagli 8 milioni di dollari come premio minimo per una nazionale eliminata nella fase a gironi ai 38 milioni riservati ai vincitori della Coppa del Mondo.

Russia 2018 sarà anche il primo Mondiale di calcio in cui verrà utilizzata la VAR, ovvero la Video Assistant Refereeadottata con successo nell’ultima stagione di Serie A. Si tratta di un’innovazione assoluta che consentirà ai direttori di gara di cambiare o confermare la propria decisione dopo aver visionato i replay di un’azione di gioco dubbia o contestata. A spingere per l’introduzione della VAR sono stati soprattutto il Presidente della FIFA Gianni Infantino e il designatore arbitrale Pierluigi Collina nel tentativo di limitare sensibilmente gli errori del passato grazie all’ausilio della tecnologia. Ulteriore novità: anche il pubblico presente allo stadio avrà modo di giudicare quanto sta accadendo attraverso le immagini che verranno trasmesse sui maxischermi subito dopo la decisione presa dall’arbitro.

Le 5 partite imperdibili della fase a gironi

La cerimonia d’apertura del 14 giugno sulle note di “Colors”, inno ufficiale dei Mondiali di Russia scritto dal cantante Jason Derulo, vedrà in campo per la prima volta il pallone Telstar 2018 di ritorno dal viaggio nello spazio e il lupo-mascotte Zabivaka. Un gustoso antipasto prima della gara inaugurale Russia-Arabia Saudita in attesa che la fame di calcio degli appassionati dell’intero globo venga placata dalle sfide che vedranno protagoniste le grandi favorite della vigilia: Germania, Brasile, Argentina, Spagna e Francia.

Sulla carta sarà il “Gruppo D”, formato da Argentina, Croazia, Nigeria e Islanda, a offrire le partite più avvincenti e combattute. Ma scorrendo il calendario della prima fase a gironi è facile notare come non mancheranno i big match dall’esito incerto. Il primo appuntamento da non perdere è il derby iberico tra le Furie Rosse della Spagna e Portogallo nel “Gruppo B” (15 giugno ore 20). Due giorni dopo toccherà ai Campioni in carica della Germania che all’esordio nel “Gruppo F” se la vedranno con la Tricolor del Messico (17 giugno ore 17).

Messi e compagni esordiranno il 16 giugno contro la cenerentola Islanda, reduce da un fantastico Europeo, ma la sfida più entusiasmante del “Gruppo D” sembra essere Argentina-Croazia (21 giugno ore 20). Molto interessante si preannuncia anche l’ultimo turno del “Gruppo E” con la gara Serbia-Brasile (27 giugno ore 20) che potrebbe mettere in palio punti pesanti per la classifica finale del girone. Da segnalare, infine, il big match tra Inghilterra e Belgio nel “Gruppo G” (28 giugno ore 20), gara che di fatto chiuderà la fase a gironi completando il quadro delle 16 qualificate agli ottavi.

Il calendario completo di Russia 2018: quale la partita d’esordio?

La fase a gironi

14 Giugno

ore 16.00 - Cerimonia d’apertura dei Mondiali di calcio 2018
ore 17.00 - Gruppo A: Russia-Arabia Saudita (Mosca)

15 Giugno
14.00 - Gruppo A: Egitto-Uruguay (Ekaterinburg)
17.00 - Gruppo B: Marocco-Iran (San Pietroburgo)
20.00 - Gruppo B: Spagna-Portogallo (Sochi)

16 Giugno
12.00 - Gruppo C: Francia-Australia (Kazan)
15.00 - Gruppo D: Argentina-Islanda (Kaliningrad)
18.00 - Gruppo C: Perù-Danimarca (Saransk)
21.00 - Gruppo D: Croazia-Nigeria (Kaliningrad)

17 Giugno
14.00 - Gruppo E: Costa Rica-Serbia (Samara)
17.00 - Gruppo F: Germania-Messico (Mosca)
20.00 - Gruppo E: Brasile vs Svizzera (Rostov)

18 Giugno
14.00 - Gruppo F: Svezia-Corea del Sud (Nizhny Novgorod)
17.00 - Gruppo G: Belgio-Panama (Sochi)
20.00 - Gruppo G: Tunisia-Inghilterra (Volgograd)

19 Giugno
14.00 - Gruppo H: Polonia-Senegal (Mosca)
17.00 - Gruppo A: Russia-Egitto (San Pietroburgo)
20.00 - Gruppo H: Colombia-Giappone (Saransk)

20 Giugno
14.00 - Gruppo B: Portogallo-Marocco (Mosca)
17.00 - Gruppo A: Uruguay-Arabia Saudita (Rostov)
20.00 - Gruppo B: Iran-Spagna (Kazan)

21 Giugno
14.00 - Gruppo C: Francia-Perù (Ekaterinburg)
17.00 - Gruppo C: Danimarca-Australia (Samara)
20.00 - Gruppo D: Argentina-Croazia (Nizhny Novgorod)

22 Giugno
14.00 - Gruppo E: Brasile-Costa Rica (San Pietroburgo)
17.00 - Gruppo D: Nigeria-Islanda (Volgograd)
20.00 - Gruppo E: Serbia-Svizzera (Kaliningrad)

23 Giugno
14.00 - Gruppo G: Belgio-Tunisia (Mosca)
17.00 - Gruppo F: Germania-Svezia (Sochi)
20.00 - Gruppo F: Corea del Sud vs Messico (Rostov)

24 Giugno
14.00 - Gruppo G: Inghilterra-Panama (Nizhny Novgorod)
17.00 - Gruppo H: Giappone-Senegal (Ekaterinburg)
20.00 - Gruppo H: Polonia-Colombia (Kazan)

25 Giugno
16.00 - Gruppo A: Uruguay-Russia (Samara)
16.00 - Gruppo A: Arabia Saudita-Egitto (Volgograd)
20.00 - Gruppo B: Spagna-Marocco (Kaliningrad)
20.00 - Gruppo B: Iran-Portogallo (Saransk)

26 Giugno
16.00 - Gruppo C: Danimarca-Francia (Mosca)
16.00 - Gruppo C: Australia-Perù (Sochi)
20.00 - Gruppo D: Nigeria-Argentina (San Pietroburgo)
20.00 - Gruppo D: Islanda-Croazia (Rostov)

27 Giugno
16.00 - Gruppo F: Corea del Sud-Germania (Kazan)
16.00 - Gruppo F: Messico-Svezia (Ekaterinburg)
20.00 - Gruppo E: Serbia-Brasile (Mosca)
20.00 - Gruppo E: Svizzera-Costa Rica (Nizhny Novgorod)

28 Giugno
16.00 - Gruppo H: Giappone-Polonia (Volgograd)
16.00 - Gruppo H: Senegal-Colombia (Samara)
20.00 - Gruppo G: Inghilterra-Belgio (Volgograd)
20.00 - Gruppo G: Panama-Tunisia (Samara)

Il tabellone finale: dagli ottavi alla finale del mondiale di Russia

30 Giugno
16.00 - Ottavo di finale 1: Prima Gruppo C vs Seconda Gruppo D (Kazan)
20.00 - Ottavo di finale 2: Prima Gruppo A vs Seconda Gruppo B (Sochi)

1 Luglio
16.00 - Ottavo di finale 3: Prima Gruppo B vs Seconda Gruppo A (Mosca)
20.00 - Ottavo di finale 4: Prima Gruppo D vs Seconda Gruppo C (Nizhny Novgorod)

2 Luglio
16.00 - Ottavo di finale 5: Prima Gruppo E vs Seconda Gruppo F (Samara)
20.00 - Ottavo di finale 6: Prima Gruppo G vs Seconda Gruppo H (Rostov)

3 Luglio
16.00 - Ottavo di finale 7: Prima Gruppo H vs Seconda Gruppo G (Mosca)
20.00 - Ottavo di finale 8: Prima Gruppo F vs Seconda Gruppo E (San Pietroburgo)

6 Luglio
16.00 - Quarto di finale 1: Vincente Ottavo di finale 2 vs Vincente Ottavo di finale 1 (Nizhny Novgorod)
20.00 - Quarto di finale 2: Vincente Ottavo di finale 5 vs Vincente Ottavo di finale 6 (Kazan)

7 Luglio
16.00 - Quarto di finale 3: Vincente Ottavo di finale 7 vs Vincente Ottavo di finale 8 (Samara)
20.00 - Quarto di finale 4: Vincente Ottavo di finale 3 vs Vincente Ottavo di finale 4 (Sochi)

10 Luglio
20.00 - Semifinale 1: Vincente Quarto di finale 1 vs Vincente Quarto di finale 2 (San Pietroburgo)

11 Luglio
20.00 - Semifinale 2: Vincente Quarto di finale 3 vs Vincente Quarto di finale 4 (Mosca)

14 Luglio
16.00 - Finale terzo posto (San Pietroburgo)

15 Luglio
17.00 - Finale Coppa del Mondo 2018 (Mosca)

 

 

 

 

 

Fonte SkySport

IlnerazzurroLogo 

Autore della notizia

Prev Mondiali di Russia 2018
Next Mondiale 2018: i convocati ufficiali di tutte le squadre partecipanti

Matmag Assistenza Informatica